Tra le note positive del round di Kristianstad dell’europeo CIK FIA c’è sicuramente Lorenzo Travisanutto, vincitore a sorpresa nella categoria KFJ.

I risultati dei primi due appuntamenti non investivano il driver PCR/TM del ruolo di testa di serie, un mix di velocità e strategia, però, gli hanno permesso di sbancare in Svezia e di candidarsi come outsider per la corona finale.

“Parlando di questa gara, non posso che dirmi soddisfatto del lavoro di tutti: dalla PCR, al super meccanico Peppo Morcia, passando per la TM” ha commentato Travisanutto in esclusiva per Stop&Go. “Si sono dimostrati impeccabili, perciò non smetterò mai di ringraziarli. Credo inoltre che sia un risultato più che meritato anche sul campo, poiché abbiamo dimostrato un ottima competitività durante tutta la gara e siamo riusciti a riprenderci bene dopo le qualifiche”.

Cos’è successo in qualifica? “Nonostante avessimo fatto la pole del mio gruppo, mi sono ritrovato 16°, penalizzato da una sessione di qualifica meno rapida rispetto alle altre. La strategia di usare gomme nuove solo in finale, a differenza degli altri, mi ha consentito di sfruttare a pieno il potenziale del mezzo. Dopo qualche difficoltà iniziale, mi sono ripreso, riuscendo ad arrivare al successo”.

“Per il campionato adesso mi ritrovo al momento in 6° posizione, poiché siamo stati molto sfortunati nelle prime due prove; al PFI possiamo andare senza pressioni, sapendo di dover rischiare il tutto per tutto e portare a casa dei bei punti e magari ambire alla vittoria del titolo” ha concluso.

Credit photo: CIK FIA media

Andrea Giustini


Stop&Go Communcation

Lorenzo Travisanutto è determinato a vincere il titolo di classe in quel del PF International, ultima tappa dell’europeo KFJ […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/08/KFJ_TRAVISANUTTO_KSP_4793-1024x681.jpg CIK Euro – Travisanutto verso il PFI: “Titolo europeo? Perchè no”