Spettacolo e sorprese nel primo round dell’Europeo CIK FIA per le classi KF e KFJ, in scena lo scorso weekend sul tracciato di Portimao.

Ben Hanley (Croc/TM) e Kenny Roosens (Kosmic/Parilla) sono stati i vincitori in KF e KFJ, battendo avversari che solo due giorni prima risultavano più accreditati per il successo finale. Degna di nota in particolar modo la prestazione di Roosens, abile a costruire un trionfo grazie alla costanza e ai pochi errori.

UP

Roosens – Giovedì probabilmente nemmeno lui puntava alla vittoria, ma alla fine è riuscito ad avere la meglio, sfruttando il punto debole degli avversari: la costanza, di cui il belga ha fatto il proprio punto di forza. 35 i punti portati a casa, 10 in più dell’inseguitore numero 1, Christian Lundgaard.

Perdana Minang (Tony Kart/Vortex) – A Portimao sorride anche l’indonesiano, che come Roosens si mette dietro avversari ben più blasonati di lui. Lontano in qualifica, il nativo di Giacarta si è reso protagonista di una rimonta da antologia con pneumatici nuovi in Prefinale, dove ha chiuso 2°. La chiave, però, è stata il ritmo con cui ha tenuto botta in Finale, nella quale dall’esser martello per via della gomma nuova, si è trasformato in “incudine”. Nonostante ciò, ha però saputo tenere botta e la 5a piazza lo dimostra.

Tom Joyner (Zanardi/TM) – Una 2a posizione che vale come una vittoria per l’ex iridato. Joyner infatti ha pagato lo scotto di un inizio di stagione non dei migliori, dove alternava grandi rimonte a prestazioni incolore. Qualcuno ha iniziato anche a sollevare qualche dubbio circa il suo status di forma, dubbi fugati (in parte) col podio a Portimao, che costituisce senz’altro un’ottima base da cui ripartire al PF International.

DOWN

Alexander Vartanyan (Tony Kart/Vortex) – Il russo ha iniziato il weekend mettendo in chiaro quali fossero il propri obiettivi con la 1a posizione nelle Prove Ufficiali e la 3a al termine delle Heats. L’inversione di tendenza è arrivata bruscamente domenica, dove non è andato oltre oltre al 9° posto. Un protagonista mancato, dunque, chiamato al riscatto in terra inglese.

Logan Sargeant (FA/Vortex) – Weekend da dimenticare per il folletto a stelle e strisce del Ricky Flynn Motorsport, che ha iniziato l’Europeo col piede decisamente sbagliato, vista la 16a posizione finale. Un fine settimana complicato sin dall’inizio per l’americano, le cui doti di guida probabilmente mal si sposavano con la pista portoghese, ci aspettiamo dunque un Sargeant “a trazione anteriore” a Brandon.

Kush Maini (Tony Kart/Vortex) – Il portacolori del Forza Racing finisce tra chi “scende” per la mossa pericolosissima che in Finale ha scaturito il bruttissimo incidente di David Vidales. L’azione dell’indiano è stata indifendibile di fronte ai Giudici Sportivi, che hanno deciso per l’esclusione del pilota dalla classifica finale. Esempio di come l’agonismo spesso ecceda i limiti e vanifichi gli sforzi non di un pilota, ma di un intero team.

Si ricorda che i qui presenti giudizi sono a cura della redazione e NON costituiscono cronaca di gara. Per consultare invece i responsi delle Finali, vi rinviamo alla categoria “CIK WSK” del nostro sito.


Stop&Go Communcation

Spettacolo e sorprese nel primo round dell’Europeo CIK FIA per le classi KF e KFJ, in scena lo scorso weekend sul tracciato di Portimao […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/04/bes-upanddown-010814-01.jpg CIK Euro – Portimao, KF e KFJ: Round 1