C’è del rammarico nel racconto di Luigi Musio del primo round dell’Europeo CIK FIA KZ2.

Il nativo di Taranto sembrava infatti lanciato verso la top3 della Prefinale, quando l’improvvisa rottura della leva del cambio lo ha costretto a parcheggiare anzitempo il proprio Parolin/TM, togliendogli la possibilità di continuare nella lotta per “un posto al sole”. Resta comunque la bella rimonta in Finale, dove ha regalato tanto spettacolo al pubblico accorso, risalendo la china dalla 31a fino alla 14a posizione.

“Sento un po’ di rammarico per ciò che è successo in Prefinale” ha commentato Musio a Stop&Go. “Avevamo le potenzialità di essere tranquillamente tra i primi 5, però posso definirmi ottimista in vista degli altri due appuntamenti”

“Durante la 3a delle 5 manche eliminatorie abbiamo capito realmente che potevamo farcela a combattere attivamente con i primi e i risultati successivi non hanno fatto altro che confermare questa nostra tesi. Sfortunatamente però nel corso del 6° passaggio della Prefinale, mentre superavo Federer (Fabian, ndr), mi si è rotta la leva del cambio e questo mi ha costretto al ritiro”

Musio all’attacco a Zuera? “È difficile da dire se potremo replicare in Spagna, una cosa però è sicura: faremo di tutto per fare meglio e poter portare a casa il risultato perso a Sarno” ha concluso.

Credits: Sportinphoto


Stop&Go Communcation

C’è del rammarico nel racconto di Luigi Musio del primo round dell’Europeo CIK FIA KZ2 […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/04/Musio_Luigi_CIK_FIA.jpg CIK Euro – Musio rammaricato per la rottura in Prefinale: “Le potenzialità c’erano, peccato…”