Rick Dreezen si è detto estremamente fiducioso in vista di Genk, terzo e ultimo atto dell’Europeo KZ.

Il campione in carica, passato agli inizi di marzo dal factory team Zanardi al gruppo Birel ART (dove è punta di diamante del progetto “Ricciardo Kart”), è stato finora sugli scudi nella competizione continentale, dove si è trovato costretto a fronteggiare un misto di sfortuna e “inesperienza” con i materiali della cordata Sala-Todt. Magro finora il bottino, solo 3 i punti guadagnati tra Sarno e Zuera, ma il 24enne promette grandi cose per la trasferta belga.

“I risultati non sono positivi e su questo c’è poco da dire” ha commentato Dreezen a Stop&Go. “Sono stato molto sfortunato finora, perciò non ho potuto disputare buone prove”

Il matrimonio con Birel ART, almeno sul piano dei risultati, stenta a decollare. Quali sono le tue sensazioni? “Sono fiero di far parte di questo gruppo, ho trovato gente affiatata pronta ad aiutarmi e a supportarmi in tutto e per tutto. Per quanto riguarda i risultati, si sa, cambiare a stagione non è mai facile, tuttavia sono fiducioso per il futuro”

Alla luce dei primi due round, come vedi la trasferta belga? “Genk è la mia pista di casa, kartisticamente sono nato lì.Vivo a 5 minuti dalla pista, pur sapendo che non confermerò il titolo, voglio comunque chiudere il campionato con stile. Per fare questo dobbiamo sistemare tutte le tessere del puzzle e sperare che la fortuna non ci abbandoni”

Credit photo: Rick Dreezen


Stop&Go Communcation

Rick Dreezen si è detto estremamente fiducioso in vista di Genk, terzo e ultimo atto dell’Europeo KZ […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/06/11084283_10153238622678408_99168629462749509_n.jpg CIK Euro – La rinascita di Dreezen parte da Genk: “E’ la mia pista di casa, voglio chiudere il campionato con stile!”