A fare da cornice alle finalissime di KZ e KZ2 in Svezia c’era la categoria per i giovanissimi di tutto il mondo: la KFJ.

Slegati dalla pressione dell’ultima gara, avendo ancora possibilità di segnare punti in Inghilterra ed in Francia, i talenti hanno dato grande spettacolo, senza risparmiare alcun colpo. I “big” della categoria quali Enaam Ahmed (FA/Vortex) e Devlin De Francesco (Tony Kart/Vortex) hanno steccato, dando spazio agli affamatissimi outsiders: Lorenzo Travisanutto (PCR/TM), Juan Correa (Energy/TM) e Bard Verkroost (FA/TM).

UP

Lorenzo Travisanutto – Quella dell’italiano è stata una vittoria al fulmicotone: partito terzo, si è messo subito alle spalle del leader Christian Lundgaard (Tony Kart/Vortex) studiandone le mosse, senza farsi deconcentrare dal ritorno degli avversari. L’attacco finale è arrivato all’ultimo giro e non ha lasciato occasione di repliche a Lundgaard.

Bard Verkroost – E’ tra i pochi piloti che si confermano veloci sin dal primo giorno; al contrario di Correa non perde ritmo in finale e così corona un buon fine settimana con un altrettanto buon podio. La squalifica a Lundgaard gli permette di scalare dalla 3° alla 2° piazza.

Julia Pankiewicz – La polacca del Forza Racing (Tony Kart/LKE) tinge di rosa la top10 con la sua 7° piazza, ottenuta a seguito di una prestazione solida, non legata soltanto a manovre di difesa. Insomma la De Silvestro versione teenager ha dato filo da torcere anche ai maschietti che la precedevano.

DOWN

Leonardo Lorandi – Aveva convinto talmente tanto in Prefinale, da lasciar immaginare una finale a senso unico. Sorprendentemente, però, il bresciano non ha saputo ripetersi in finale, concludendo con un 6° posto; poco glorioso se si pensa al ritmo mostrato nella gara mattutina.

Devlin De Francesco – L’americano sembra entrato in crisi di risultati. Le difficoltà di Siena sono state confermate in Svezia e, persa la leadership dell’italiano, di questo passo rischia di rimanere escluso anche dalla lotta per la corona continentale. Urge una riorganizzazione delle idee; l’estate lo aiuterà sicuramente.

Enaam Ahmed – La forma strabiliante con cui ha iniziato la stagione, i risultati nelle serie WSK ne sono la diretta testimonianza, sta pian piano scemando. Il distacco che si era costruito con la vittoria nel primo round di Lecce e il podio di Zuera è stato ridotto pesantemente; fortuna per l’inglese che De Francesco abbia steccato, altrimenti la classifica avrebbe parlato col dialetto di Toronto.

I motori della KFJ torneranno a rombare in occasione del 31 agosto al PF International.

Credit photo: CIK FIA media

Andrea Giustini


Stop&Go Communcation

L’analisi di Stop&Go sull’appena concluso round di Kristianstad dell’europeo CIK FIA, giro di boa per la categoria KFJ […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/07/bss-upanddown-090714-01.jpg CIK Euro, KFJ – Round 3, Kristianstad