Si chiude qui l’Europeo CIK FIA, le ultime finali sul tortuoso tracciato di Genk hanno decretato tutti i vincitori Europei, Pedro Hiltbrand (OK), Fin Kenneally (OKJ), Marco Ardigò (KZ) e Fabian Federer (KZ2)  sono Campioni d’Europa.

Quattro gare mozzafiato piene di bagarre ed incertezza hanno chiuso nel migliore dei modi una stagione combattutissima in tutte e quattro le categorie (OK, OKJ, KZ e KZ2).

OK– Trionfo Europeo per lo spagnolo Pedro Hiltbrand (CRG/Parilla), l’alfiere CRG ha portato a casa l’ambito titolo, una gara tranquilla per lui con un occhio di riguardo al solo Tom Joyner (Zanardi/Parilla). Hiltbrand trionfa senza vincere la finale, il kartista è infatti giunto secondo alle spalle del vincitore di giornata, Clement Novalak (Tony Kart/Vortex). Terzo gradino del podio per il russo Alexander Smoylar (Tony Kart/Vortex), come detto, soltanto quarto l’inglese Joyner che, manca la corona, per soli tre punti in classifica. Gli episodi delle pre finali, hanno di fatto decisivo la categoria, oltre a Joyner e Basz, anche Marta Garcia (Evokart/Parilla), recrimina qualcosa non riuscendo a salire sul podio finale, la spagnola chiude comunque una buona annata in quarta posizione assoluta.

OKJ Victor Martins (Kosmic/Parilla), è il Re senza corona della OKJ 2016. Il francese chiude un weekend perfetto vincendo anche la finale, un risultato che permette al kartista l’ingresso sul podio di categoria, un podio che per poco non diventava trionfo a sorpresa. Grazie al secondo posto infatti, il britannico Finlay Kenneally (FA/Vortex) si aggiudica il Titolo Europeo con soli due punti si distacco su Noah Watt (Tony Kart/Vortex). Il danese sbaglia la gara chiudendo fuori dalla Top 10 al quattordicesimo posto, due punti amari che pesano sul morale del giovane kartista. Chiude il podio della finale un buon Teddy Wilson (CRG/Parilla) in rimonta. Dopo l’esclusione di Blomqvist, anceh Caio Collet (BirelArt/Parilla) abbandona le speranze di trionfo concludendo in sedicesima piazza.

KZ Marco Ardigò (Tony Kart/Vortex), non sbaglia e porta a casa Titolo e vittoria nella finale. Il neo Campione d’Europa soffre un po durante i primi giri alle spalle dell’ottimo, almeno per metà gara, Anthony Abbasse (Sodi/TM). Con un sorpasso nella prima parte della finale, l’italiano si è portato in testa al gruppo riuscendo ad allungare fino alla bandiera a scacchi, Titolo già nell’aria urante le prime sessioni del weekend. A chiudere il podio Simo Puhakka (CRG/TM), autore del giro record, e Paolo De Conto (CRG/TM) terzo. Nulla da fare per Jeremy Iglesias (Sodi/TM), a lungo alle spalle di Ardigò e Patrik Hajek (Kosmic/Vortex) rispettivamente al quarto e nono posto.

KZ2 Finale a sorpresa nella finale della KZ2, l’italiano Fabian Federer (CRG/Modena) porta a casa la corona Europea senza partecipare alla finalissima di Genk. Federer ringrazia Stan Pex (CRG/Vortex) per il misero quarto posto finale e festeggia senza gareggiare. Una gara bizzarra che ha visto trionfare l’ennesimo kartista italiano, Matteo Viganò (Tony Kart/Parilla), autore anche della pole position, il pilota Tony Kart grazie alla grande prestazione sale sul terzo gradino del podio assoluto.  Alle sue spalle John Norris (Tony Kart/Vortex) e Paolo Besancenez (Tony Kart/Vortex) in seconda e teza posizione. Sogni di gloria e podio infranti per Alessandro Irlando (Energy/TM) e Luca Corberi (Tony Kart/Vortex) soltano al settimo posto il primo, non classificato il secondo.

L’Europeo chiude così una grande annata con l’assegnazione di ben quattro titoli, tutti in un solo pomeriggio di corse.

Credits: CIK FIA
Simone Corradengo


Stop&Go Communcation

Si chiude qui l’Europeo CIK FIA, le ultime finali sul tortuoso tracciato di Genk hanno decretato tutti i vincitori Europei, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/07/cikfia_european_championship_5-e1469632126441.jpg CIK Euro – Genk, Finali: Hiltbrand (OK), Kenneally (OKJ), Ardigò (KZ) e Federer (KZ2) Campioni d’Europa!