Il debutto stagionale, sulle nevi della Svezia, era stato munifico in quanto a soddisfazioni concesse al team Ford. Dunque, con fiducia ed ottimismo ai massimi livelli era stata improntata la trasferta “agli Antipodi”, sulle calde prove in terra di Messico, dalla quale ci si attendeva un altro round da cui ricevere risposte positive… Niente di tutto questo. La scuderia di Malcolm Wilson ha attraversato un finesettimana opaco, in cui le Focus ed i loro talentuosi conducenti son sembrati piuttosto le brutte copie di quelli che si era abituati ad ammirare. Quarta e quinta piazza le posizioni conquistate al termine, grazie anche al ritiro del rivale di casa Citroen Sordo.

In parte giustificato dall’handicap di non poco conto di dover spazzare gli sterrati, Mikko Hirvonen non è mai riuscito a trovare il bandolo della matassa; neanche quando a far da apripista erano gli avversari, ugualmente e costantemente più veloci del finnico. Anche il compagno di squadra è parso alquanto più in forma del vicecampione del mondo 2009, al quale, per ordini superiori, ha dovuto cedere la quarta posizione proprio nel finale di gara.

“Una tre-giorni di gara davvero difficile, la nostra. Dopo la vittoria nel round d’apertura, in Svezia, eravamo venuti qui in Messico sperando in un risultato decisamente migliore; sono felice di aver conquistato punti preziosi per il team e per me, ma non posso esserlo per i troppi errori commessi alla guida. Non ho mai trovato il ritmo giusto, sempre privo di quel feeling che ti porta a spingere quanto vorresti; quando ci ho provato, la vettura mi è sfuggita di mano ed ho perso ancor più tempo! Abbiamo provato svariate soluzioni, ma le risposte ai nostri problemi non sono arrivate.”

Come anticipato, rispettando i ruoli imposti in seno al team, Jari-Matti Latvala non ha certo opposto resistenza alle richieste supreme, facendosi da parte e concedendo qualche punto in più al compagno nella lotta per il titolo. Dalla sua, se non altro, la soddisfazione di essergli sempre stato davanti, oltre che quella di non essere incappato in alcun errore…

“E’ il secondo risultato positivo che abbiamo ottenuto dall’inizio della stagione, senza commettere errori, e rappresenta un ottimo sprone in vista delle prossime gare. Il mio ritmo è aumentato gradualmente nel corso del weekend, grazie anche a dei cambiamenti sul set-up della Focus, inizialmente troppo ‘soft’; ma purtroppo, era ormai troppo tardi per recuperare il tempo perso. Un vero peccato, anche perché questa scelta è in parte dovuta alle condizioni avverse in cui abbiamo effettuato il test pre-gara.”

“Nella penultima prova ho rallentato, perché Mikko potesse passarmi. Sono il secondo pilota, e questo è il mio compito: sono contento di averlo potuto aiutare”

Marco Picerno


Stop&Go Communcation

Il debutto stagionale, sulle nevi della Svezia, era stato munifico in quanto a soddisfazioni concesse al team Ford. Dunque, con […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/hirv43.jpg WRC – Weekend sottotono per gli uomini Ford in terra messicana

WRC