Dopo soli tre round del calendario si è ben lungi dal poter fare pronostici su chi verrà decretato vincitore, e chi sconfitto, al termine della stagione. Ma certo è che, nel clan della Doppia Spiga, l’ottimismo ed il morale son tutt’ora alle stelle: a parte il round d’apertura su neve in cui ad imporsi sono stati gli avversari – comunque ampiamente favoriti alla vigilia -, gli uomini Citroen hanno potuto gioire del trionfo in entrambi gli appuntamenti su terra affrontati successivamente. Tutte vittorie firmate – neanche a dirlo – dal loro pilota di spicco: Sebastien Loeb.

Tralasciando i giochi di squadra che han contribuito a falsare il finale della trasferta giordana – ma di cui Loeb non ha colpe e di cui, probabilmente, non avrebbe avuto nemmeno bisogno -, l’alsaziano ha centrato due affermazioni perentorie e molto convincenti. Il tutto accentuato dalle deludenti performance di Hirvonen, solo quinto in Messico e costretto al ritiro in Medioriente, che pare davvero non aver iniziato l’annata con lo smalto mostrato nella scorsa stagione. Ed il campione in carica inizia a fuggire…

“Pare che le nuove prove saranno piuttosto larghe e veloci, quindi potrebbero essere divertenti da affrontare” ha raccontato il francese, riferendosi al nuovo look del Rally di Turchia, “Ho saputo anche che nella seconda tappa 40 km saranno su asfalto, ed anche se monteremo, ovviamente, gomme da terra, la nostra C4 dovrebbe cavarsela bene. Un po’ come accadde a Cipro lo scorso anno. Correre su superficie mista richiede una rapida capacità di adattamento allo stile di guida imposto dai vari fondi. Abbiamo un bel vantaggio di 25 punti sul diretto inseguitore, ma la stagione 2009 ci ha insegnato come non si debba dare nulla per scontato. In Turchia partiremo con il fermo target di vincere; saremo noi a far da apripista, ma dovremo vedere quanto sarà svantaggioso su questi percorsi inediti”

Il finale dello scorso campionato aveva visto un Dani Sordo scoppiettante, il cui stato di forma lo poneva come l’unico possibile guastafeste dei due cannibali del Mondiale. Le cose, nella stagione in corso, non son però cominciate altrettanto bene: qualche errore di troppo ed un pizzico di sfortuna, e lo spagnolo si è trovato più volte a masticare amaro. Il soddisfacente quarto posto rimediato in Giordania, dovrà quindi essere il punto di partenza di una netta svolta.

“Dopo un paio di risultati deludenti ad inizio campionato, il piazzamento in Giordania ci dà fiducia. Abbiamo fatto segnare buoni tempi e non abbiamo preso più di tanti rischi, in maniera tale da assicurare punti al team; e da questa gara cercherò di progredire ulteriormente per raggiungere il primo podio stagionale… Sono sicuro che la C4 sarà molto competitiva su questo tipo di percorsi”

Marco Picerno


Stop&Go Communcation

Dopo soli tre round del calendario si è ben lungi dal poter fare pronostici su chi verrà decretato vincitore, e […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/citrtur.jpg WRC – Uno solo il target di Loeb in Turchia: la vittoria!

WRC