Giunti al traguardo di questa giornata non priva di colpi di scena, le due Ford comandano saldamente il Rally di Sardegna, sesta prova del World Rally Championship 2009. La leadership è nelle mani di Jari-Matti Latvala, apparso molto deciso e fiducioso delle proprie capacità, dopo le disastrose prestazioni di inizio stagione. “Oggi è stata una giornata praticamente perfetta, a parte un testacoda nella penultima prova. Ho guidato nella maniera migliore possibile in queste difficili condizioni, e mi aspettavo che avrei perso maggiore terreno. E’ stato difficile giudicare i punti ideali di frenata, essendo i primi a percorrere i tracciati e non avendo, dunque, punti di riferimento; comunque, fare da apripista è stata una buona esperienza, di cui avevo proprio bisogno. Il vantaggio su Mikko è molto piccolo e domani sarà dura mantenerlo, considerato che dovrò di nuovo pulire i tracciati. Avrei preferito avere un vantaggio di 25 secondi, o magari partire dopo di lui nella giornata di domani; ma se riuscirò a guidare come ho fatto oggi, non è escluso che si possa vincere”.

Mikko Hirvonen è dunque in un’ottima posizione per tentare di sferrare un attacco nei confronti del suo compagno di squadra; levato di mezzo l’avversario più pericoloso, quel Sebastien Loeb vincitore dei primi 5 round di questa stagione, il finnico non dovrà lasciarsi scappare questa occasione se vorrà tenere viva la speranza: “Domani punto alla vittoria. Mi trovo in una buona situazione, ho guadagnato secondi preziosi su Jari-Matti, e domani lui farà da apripista. Finora è stata un’ottima corsa, ma domani non sarà una passeggiata: l’errore è sempre dietro l’angolo”.

Sarebbe un altro grande risultato per Petter Solberg, in questa stagione inusuale che lo vede a bordo di una Citroen Xsara gestita da un team da lui stesso creato; dopo la delusione della tappa argentina, il norvegese cercherà domani di bissare il podio conquistato in quel di Cipro: “Abbiamo solo due Ford di fronte a noi, e guidiamo la Citroen meglio piazzata tra quelle in corsa! Domani spingeremo al massimo per tentare di tenere Loeb dietro di noi”.

Ma dovrà fare i conti con un Sebastien Loeb certamente deciso a volersi rifare delle delusioni di questa seconda tappa: “Dopo aver toccato un albero abbiamo subito una foratura, e ci siam dovuti fermare a cambiare la gomma; ci siamo riusciti in tempo da record, ma un minuto sarà impossibile da recuperare. La vittoria è ormai fuori questione, mentre il terzo posto è decisamente alla nostra portata: faremo di tutto per conquistarlo nella giornata di domani".

La grande sorpresa di questo appuntamento nel cuore del Mediterraneo è il giovanissimo Evgeny Novikov, classe ’90; il russo si trova stabilmente in quinta piazza, dalla quale nulla sembra poterlo scalzare: “La C4 ha lavorato bene nell’intera giornata, anche perché abbiamo trovato un set-up ottimale. Siamo in un’ottima posizione in classifica, ma domani saremo tra i primi a partire e dovremo pulire i tracciati… E non sarà un compito semplice. Comunque, considerando il gap da chi ci segue e da chi ci precede, direi che non ci sarà bisogno di spingere molto: il nostro obbiettivo sarà terminare la corsa”.

Appuntamento per domani mattina per la partenza di 5 avvincenti prove, che decreteranno vincitori e vinti della gara italiana.

Marco Picerno


Stop&Go Communcation

Giunti al traguardo di questa giornata non priva di colpi di scena, le due Ford comandano saldamente il Rally di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/latwil.jpg WRC – Rally Sardegna – Day 2: Testimonianze della Top 5 al termine della tappa

WRC