A differenza della giornata d’apertura del Rally di Polonia, la seconda tappa non ha provvisto alcuna sorpresa tra i maggiori protagonisti della corsa – e della stagione 2009. Se i sostenitori dell’extraterrestre speravano, magari, in qualche guaio per gli uomini Ford – dopo il tonfo di Loeb avvenuto nel venerdì -, saranno rimasti delusi; gli equipaggi del team americano hanno svolto il proprio lavoro alla perfezione, gestendo abilmente la leadership nelle prove mattutine, e spingendo al massimo in quelle pomeridiane nelle quali le condizioni per gli apripista non erano più così svantaggiose.

Mikko Hirvonen è ancora in vetta, con un vantaggio pressochè simile a quello conseguente alla prima tappa sul compagno Jari-Matti Latvala; incrementato, invece, il gap tra i finnici e l’unico avversario che poteva impensierirli – ma neanche tanto -, Daniel Sordo, quasi costantemente più lento dei suoi avversari nella tappa odierna.

Se, dunque, i giochi al vertice sembrano essere ormai decisi – ma mai dire nulla per scontato nei Rally… -, una lotta che promette di continuare a dare emozioni è quella per il quarto posto: Sebastien Ogier, Petter Solberg ed Henning Solberg, rispettivamente quarto, quinto e sesto, domani daranno vita ad una lotta senza esclusione di colpi, essendo, i tre, racchiusi in meno di 10 secondi. Infine, da sottolineare la grande rimonta di Sebastien Loeb, 13esimo assoluto a fine giornata dopo essersi aggiudicato ben 4 speciali; se quel ceppo fosse stato più visibile, forse la gara avrebbe avuto un’altra storia…

La cronaca della seconda tappa:

SS 8 – Tutto inizia nella breve speciale di ‘Danowo’ (11.88 km), itinerario veloce e piuttosto vario, sia per quanto riguarda la varietà di fondi – inizialmente si corre anche su asfalto -, sia per la presenza di sezioni ad “S” delimitate da protezioni e di dossi che offrono salti ad alta velocità. Il redivivo Loeb trionfa staccando il miglior tempo, ad inizio di una rimonta che si preannuncia molto dura; seguono i piloti Ford, le cui posizioni rimangono invariate ed i quali, almeno per ora, non sembrano essere particolarmente minacciati da Sordo, più lento di loro in questa prova. Nelle retrovie, si infiamma la lotta tra i fratelli Solberg ed Ogier, che vede il francese, sesto assoluto, recuperare sui piloti norvegesi che in classifica generale non sono molto distanti da lui.

SS 9Sordo stacca per la prima volta il miglior tempo in speciale nella ‘Gawliki’ (32.75 km), prova lunga e stressante; in particolare per la sua alta tecnicità, dovuta al fatto che sia composta da chicane impegnative, ampi curvoni, salti piuttosto ostici, e sezioni davvero veloci e dalla carreggiata stretta. Lo spagnolo guadagna così secondi preziosi sia su Latvala che Hirvonen, quest’ultimo in particolare autore di un’opaca prestazione, che permette al suo compagno di ridurre il gap che li separa; Loeb è secondo, e prosegue nella sua gara decisamente in salita. È ormai con il fiato sul collo di Henning Solberg il francese Ogier, che fa registrare un ottimo terzo tempo alle spalle dei suoi compagni ufficiali della Citroen; Henning a sua volta guadagna terreno su Petter, e la distanza tra i tre piloti si fa davvero minima.

SS 10 – L’ultima prova della mattinata si rivela ancora una volta favorevole ai piloti Citroen. Nella ‘Wydminy’ (30.09 km), prova caratterizzata da elementi riscontrabili in tutte le altre prove – con anche l’attraversamento di un vero e proprio pantano -, ci si poteva attendere un dominio dei finnici, viste le numerose analogie con i percorsi finlandesi; è, invece, Loeb a staccare di nuovo il miglior tempo, seguito dal compagno di squadra e poi da Ogier e Novikov – anch’egli ripartito oggi con l’obbiettivo di assicurare punti per il proprio team. Sordo rosicchia così altri secondi preziosi nei confronti dei piloti Ford, apparsi piuttosto in affanno in questa speciale a causa, probabilmente, della loro posizione di partenza – su percorsi che tendono ad essere “puliti” maggiormente rispetto a ieri, per la presenza di un po’ di fango dovuta all’umidità. Con questa prestazione, Ogier ottiene un doppio sorpasso sui fratelli Solberg, portandosi al quarto posto! Petter, inoltre, viene scavalcato da Henning, e cade, quindi, in sesta piazza.

SS 11 – Cambia la musica nelle prove pomeridiane. Dopo l’iniziale dominio da parte della casa francese e dei suoi equipaggi, su percorsi ora stravolti dai numerosi passaggi effettuati dalle vetture in mattinata è Hirvonen a ritrovare il ritmo ed a conquistare un ottimo scratch. Sulla ‘Danowo’ (11.88 km), Sordo è notevolmente staccato e non sembra poter impensierire, dunque, il finlandese, in quelle che saranno le rimanenti speciali di giornata; ma in difficoltà è anche l’altro pilota Ford, Latvala, apparso piuttosto a disagio al termine di questa prova, completata con un tempo più alto rispetto a quello dello spagnolo. A completare il quadro negativo Citroen, la prestazione opaca di Ogier, protagonista di vari errori che vanno a beneficio dei fratelli Solberg, entrambi in recupero sul francese; ma il vincitore del ‘Monte’ 2009 continua a stazionare in quarta posizione.

SS 12 – E questa interessante lotta del terzetto – Ogier, Henning Solberg, Petter Solberg -, si inasprisce ancor di più nella ripetizione della ‘Gawliki’ (32.75 km), dove l’ex pilota Subaru – dopo aver attuato alcuni cambiamenti nel parco assistenza – guadagna su entrambi i suoi avversari, mentre Henning recupera a sua volta altro terreno portandosi ad un soffio da Ogier; ma le posizioni restano, per ora, invariate… Continuano, a loro detta, a spingere al massimo gli uomini Ford, in modo da togliere ogni velleità ad un Sordo che infatti, nonostante tutta la buona volontà, continua ad allontanarsi in classifica dai suoi avversari. Lo scratch in ogni caso va a Loeb, e l’alsaziano si porta in 15esima posizione

SS 13 – Un Loeb che ottiene il quarto scratch di giornata nell’ultima speciale, la ‘Wydminy’ (30.09 km), divenendo 13esimo assoluto. Segue il solito duo Ford, con Hirvonen nuovamente più veloce di Latvala, separato ora di 12 secondi dal compagno di squadra leader della corsa. Buona prestazione di Ogier, quarto in prova e quarto in classifica, che dà il tutto per tutto in questi ultimi chilometri della seconda tappa; ma i piloti norvegesi alle sue spalle non sono lontani… Il primo dei due è Petter Solberg, al quale riesce il sorpasso in extremis sul fratello Henning per la quinta piazza nella generale.

La classifica dopo la seconda tappa:

1. Mikko Hirvonen (Ford Focus RS WRC) 2:21:45.8

2. Jari-Matti Latvala (Ford Focus RS WRC) + 12.0

3. Daniel Sordo (Citroen C4 WRC) + 38.5

4. Sebastien Ogier (Citroen C4 WRC) + 1:59.3

5. Petter Solberg (Citroen Xsara WRC) + 2:06.7

6. Henning Solberg (Ford Focus RS WRC) + 2:08.0


Stop&Go Communcation

A differenza della giornata d’apertura del Rally di Polonia, la seconda tappa non ha provvisto alcuna sorpresa tra i maggiori […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/090626_drivers.jpg WRC – Rally Polonia – Day 2: Ford involata verso una netta doppietta?

WRC