Sebastien Loeb ha marchiato a fuoco per la 56esima volta un round del Mondiale Rally. Dopo una spettacolare tre-giorni di traversi sui suggestivi sterrati della Giordania, l’alsaziano è riuscito a dare un grosso impulso alla propria cavalcata verso il titolo, grazie ad un perentorio trionfo enfatizzato anche dallo brusco stop di Hirvonen. Ma è una vittoria dal retrogusto aspro.

Sul successo del pilota Citroen, infatti, grava l’ombra cupa di poco condivisibili strategie. Loeb stesso era ben conscio, giunto al traguardo della seconda tappa, delle difficoltà a cui sarebbe andato incontro dovendo fare da apripista sulle prove di chiusura; a maggior ragione considerando la posizione favorevole nelle mani di Latvala, che nel sabato avrebbe affrontato gli sterrati facendosi precedere sia dal francese che da Ogier. Insomma, c’erano tutti gli ingredienti perché il finnico potesse gradualmente rimontare e dare vita ad un finale di gara al cardiopalma.

Uno sguardo di qua, uno di là; analizzare le mosse degli avversari, e decidere di conseguenza le proprie. Pochi attimi che impongono tempestività ed opportunismo… Purtroppo, nei Rally si è arrivati a questo. L’ottusità dei regolamenti ha messo in scena un valzer a dir poco grottesco, in cui si sono avvicendate mosse tattiche da parte degli uomini Citroen e Ford che hanno, di fatto, falsato i giochi, precludendo anche la chance di assistere ad una lotta serrata.

Ogier dà il via al tutto, giungendo in ritardo al primo ‘TC’ in maniera tale da cedere il proprio posto nello ‘starting order’ a Latvala – regalandogli qualche grattacapo in più nelle prove mattutine; dal team di boss Wilson rispondono spedendo Hirvonen, invece, in anticipo, piazzandolo quindi tra Loeb e Latvala. Al controllo successivo, il pilota del Citroen Junior Team lo imita giungendo con forte anticipo ed accaparandosi il gravoso ruolo di apripista: 8 minuti di penalità per il francesino, e compito facilitato all’alfiere della Doppia Spiga.

“Non abbiamo avuto il ritmo di Sebastien, lui è davvero il migliore al mondo in queste condizioni” ha spiegato comunque Latvala, ammettendo come, anche senza giochi strategici, per lui la sfida sarebbe stata ardua. Nelle prove mattutine, effettivamente, Loeb si è più volte imposto, mettendo una seria ipoteca sulla prima piazza e concedendosi un ritmo più blando in quelle pomeridiane. Al pilota di Toysa non è rimasto che accontentarsi della seconda piazza, sfruttando anche la penalità in cui è occorso Ogier.

Il campione del mondo JWRC 2008, rifiutandosi di commentare i fatti sopracitati, ha improntato l’ultima tappa su un ritmo da rullo compressore – con uno scratch nel finale -, rimontando fino alla sesta posizione assoluta; a precederlo Petter Solberg, rallentato da problemi di sottosterzo e giunto terzo a grande gap dal duo di testa, Dani Sordo, quarto senza grossi spunti di competitività, e Wilson, quinto.

Grande weekend per Kimi Raikkonen. Partito in sordina, probabilmente rallentato dal timore di commettere altri errori divenuti ormai inammissibili, l’ex-pilota di F1 ha ostentato un progressivo miglioramento, staccando tempi al livello – se non migliori – di quelli registrati da piloti giunti dinnanzi a lui. La tanto ricercata e richiesta costanza, da parte sua, è arrivata. E anche i primi punti in campionato, frutto dell’ottavo posto finale!

La classifica al termine del Rally di Giordania:

1. Sebastien Loeb (Citroen C4 WRC) 3:51:35.9

2. Jari-Matti Latvala (Ford Focus RS WRC) + 35.8

3. Petter Solberg (Citroen C4 WRC) + 1:11.8

4. Dani Sordo (Citroen C4 WRC) + 1:49.3

5. Matthew Wilson (Ford Focus RS WRC) + 8:24.3

6. Sebastien Ogier (Citroen C4 WRC) + 10:26.4

7. Federico Villagra (Ford Focus RS WRC) + 11:28.0

8. Kimi Raikkonen (Citroen C4 WRC) + 12:31.0

La classifica del Campionato Piloti dopo il Rally di Giordania:

1. Loeb – 68

2. Latvala – 43

3. Hirvonen – 37

4. P. Solberg – 35

5. Ogier – 33

6. Sordo – 24

La classifica del Campionato Costruttori dopo il Rally di Giordania:

1. Citroen – 101

2. Ford – 87

Marco Picerno


Stop&Go Communcation

Sebastien Loeb ha marchiato a fuoco per la 56esima volta un round del Mondiale Rally. Dopo una spettacolare tre-giorni di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/kehrfdw.jpg WRC – Rally Giordania – Final Day: Loeb trionfa, ma con l’amaro in bocca…

WRC