In relazione alla tappa d’esordio della stagione sulla neve svedese, l’ormai prossimo Rally del Messico potrebbe decisamente definirsi “agli antipodi”. E dinnanzi ai pupilli del Citroen Junior Team si pone quindi un’altra sfida di rilievo, che entrambi affronteranno con la massima decisione, seppur con ambizioni differenti.

Sull’onda del sorprendete risultato conseguito in Scandinavia, l’erede – a detta di molti – di Monsieur Loeb dovrà dare conferma delle sue potenzialità anche sul fondo sterrato, e dimostrare come la buona prestazione su neve non rappresenti certo una goccia nel deserto. E quale teatro migliore del Messico, che vide, un paio d’anni fa, l’inizio della cavalcata al titolo JWRC proprio di Sebastien Ogier?

“La vittoria in Messico del 2008 – ottenuta nonostante la scarsa esperienza ed i vari problemi cui abbiamo dovuto far fronte – è stato un momento importante della mia carriera. Quindi ho degli ottimi ricordi di questa gara, di cui apprezzo molto le prove, nonché il pubblico sempre molto caldo! L’inizio di stagione è stato ottimo, con la Top 5 conquistata al debutto assoluto in Svezia; l’obiettivo è quello di proseguire con questo ritmo, tentando di avvicinarci sempre di più al podio, soprattutto in quelle gare che abbiamo già affrontato in passato. Oltre a conoscere molte delle prove in cui si correrà nel weekend, in questi giorni abbiamo avuto anche modo di testare la C4 in Spagna… Insomma, se ci sarà la possibilità di migliorare la quinta piazza, non me la lascerò scappare!”

Fastidiosi problemi alla schiena, dovuti all’improvviso adattamento ad una postazione di guida ben diversa da quella delle monoposto, hanno rallentato in questi giorni il suo apprendistato; ma non basterà certo questo a fermare il nuovo Kimi Raikkonen, quello rallysticamente rigenerato, che in Messico potrà finalmente fare la conoscenza con la terra, superficie a lui poco nota. Pazienza, umiltà e lungimiranza, serviranno ora più che mai al finlandese.

“Una cosa che amo dei Rally, è il fatto che si debba essere competitivi su ogni tipo di superficie. Dopo l’esperienza su neve, adesso andremo alla scoperta dello sterrato; Gronholm mi ha detto che dovrei incontrare meno difficoltà, ma non so davvero cosa aspettarmi – d’altronde, non abbiamo certo smesso di imparare. Dunque non vedo l’ora di correre con la mia C4 in queste impegnative condizioni, percorrendo più chilometri possibile per acquisire ulteriore esperienza”

Marco Picerno


Stop&Go Communcation

In relazione alla tappa d’esordio della stagione sulla neve svedese, l’ormai prossimo Rally del Messico potrebbe decisamente definirsi “agli antipodi”. […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/r09ik3.jpg WRC – Ogier carico in vista della sfida messicana, Raikkonen alla scoperta dello sterrato

WRC