Se le tappe in Sardegna ed in Grecia non erano state particolarmente soddisfacenti per la casa del Double Chevron, quella in Polonia lo è stata ancor di meno. Una mancanza nelle note del suo copilota, ha distolto dai giochi Sebastien Loeb prima che potesse avere il tempo di lottare con i suoi avversari. L’alsaziano è in seguito ripartito con la regola del SuperRally, facendo segnare ottimi tempi che gli hanno permesso di risalire fino alla zona punti – grazie anche all’aiuto fornitogli da alcuni piloti del Citroen Junior Team. Il fatto che, contrariamente a lui, il suo diretto avversario Hirvonen sia giunto senza problemi al traguardo – ed in cima alla classifica – fa sì che la situazione del campionato piloti sia ora profondamente cambiata: il finlandese è riuscito nel sorpasso sul campione in carica – anche se col misero vantaggio di un punto.

“Ovviamente non posso essere soddisfatto della settima posizione, ma almeno siamo stati in grado di cavare qualcosa di buono da questo weekend” parole del pilota Citroen, “Considerata la situazione in classifica dopo il rally, penso che questi pochi punti conquistati potrebbero rivelarsi molto preziosi a fine stagione. Prima avevamo un bel vantaggio, ora siamo stati superati; pazienza, queste sono le corse. Ora sono agguerrito più che mai in vista delle prossime gare”.

Fin da subito, si è dunque posta di fronte agli occhi di Daniel Sordo una gara non semplice, nella quale gli obbiettivi erano quelli di arginare lo strapotere Ford, ma allo stesso tempo portare a casa punti per il proprio team; nel primo dei propositi lo spagnolo ha fallito completamente, mentre il risultato finale – favorito dall’incredibile errore di Latvala – è stato più che soddisfacente: “L’incidente di Seb nella prima tappa mi ha messo in una situazione difficile, perché avevo la responsabilità di far segnare un risultato di rilievo per il team. Tuttavia sono riuscito a registrare buoni tempi – nonostante i piloti Ford spingessero davvero al limite; non riuscendo ad acchiapparli, ho pensato che finire terzo non sarebbe stato poi così male… ed alla fine mi sono trovato addirittura secondo! Per me ovviamente è meglio così, ma mi dispiace davvero molto per Jari-Matti: so cosa si prova in una situazione del genere”.

A confermare le difficoltà incontrate dal pilota cantabrico in questa gara inedita per tutti i piloti, è il suo esperto navigatore, Marc Marti: “Normalmente, la nostra situazione non è mai problematica; ci pensa Sebastien a conquistare risultati importanti… Stavolta, era compito nostro. Dani lo ha capito ed ha fatto un ottimo lavoro con le note, che ci ha permesso di correre con un buon ritmo; ma sapevamo anche che dovevamo assicurare punti alla Citroen per i costruttori… non è stato un rally facile”.

Infine, sembra ostentare una certa fiducia per il futuro Olivier Quesnel, direttore generale della Citroen Racing: “Sinceramente, sono ancora ottimista. Seb è un pluricampione, ha vinto 52 rally, ed è un pilota forte a livello mentale. Posso dire con sicurezza che nell’incidente occorsogli non ha alcuna colpa, e penso che sia in Finlandia che in Australia le cose potranno andare bene per noi. Il Rally di Spagna poi, dovrebbe esserci favorevole; ma certamente ci si giocherà il tutto per tutto all’ultima gara, in Galles: sarà una bella sfida”.


Stop&Go Communcation

Se le tappe in Sardegna ed in Grecia non erano state particolarmente soddisfacenti per la casa del Double Chevron, quella […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/u8y4er.jpg WRC – Obiettivo Citroen dopo il Rally di Polonia: Ritrovare la retta via

WRC