Riunitisi alcuni giorni fa in quel di Parigi, i pezzi da novanta del MotorSport mondiale hanno tirato le somme sulla situazione delle normative tecniche che andranno ad influenzare le future stagioni del WRC. Un meeting dalle due facce, che da un lato ha aperto la strada a nuove soluzioni – nell’interesse di chi la categoria la foraggia, ovvero, le case automobilistiche -, e dall’altro ha sottolineato quanto si sia ancora lontani dal raggiungimento di un comune accordo, idoneo in tutto e per tutto alla tanto sperata risurrezione di una serie da anni bistrattata.

“Alcuni punti riguardanti il progetto dei motori del futuro non erano ancora molto chiari, ed il meeting si è incentrato proprio su questo” ha riferito una fonte interna al meeting, “alcune case hanno proposto l’adozione dei propulsori da 1,5 litri, ma dopo un lungo dibattito anche loro han potuto constatare gli svantaggi di tale progetto”.

Effettivamente, la sostituzione dei 1600cc – proposti nell’ultima riunione del FIA WMSC – con vetture turbocompresse da 1,5 litri non risolverebbe – anzi – il problema del taglio dei costi; ed a tal proposito, la Federazione sarebbe intenzionata ad imporre propulsori di cilindrata maggiori: “La FIA è per l’utilizzo di due motori – da 1,6 e da 2 litri: poiché, in questa maniera, quelle formule costituite da vetture con più di 450 cavalli potrebbero avvalersi dei motori da 2000cc, evitando quindi di spendere ingenti somme per incastonare così grandi potenze in motori da 1600cc.”

Inoltre, prendendo ad esempio la situazione di Subaru, si è giunti a ribadire l’importanza di una certa elasticità nei confronti delle varie case nel campo dei regolamenti tecnici: “Dal meeting è scaturito in maniera evidente quanto sia necessario venire incontro alle varie case automobilistiche. Ad esempio, se Subaru ha intenzione di tornare con il motore in considerazione ‘Flat-four’ – a quattro cilindri contrapposti orizzontalmente -, subentrerebbe subito una deroga che gli permetterebbe di adottarlo… E lo stesso con eventuali altre configurazioni proposte dai vari marchi, che sarebbero decisamente le benvenute”.

Intanto, gli appassionati della disciplina attendono…

Marco Picerno


Stop&Go Communcation

Riunitisi alcuni giorni fa in quel di Parigi, i pezzi da novanta del MotorSport mondiale hanno tirato le somme sulla […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/d2u.jpg WRC – Nuove proposte nel campo tecnico per il futuro del mondiale

WRC