Dopo il terzo posto ottenuto in Svezia, Gigi Galli e Giovanni Bernacchini si apprestano ad affrontare la loro prima gara su terra con il nuovo team e la nuova vettura. Il Rally Messico, prima gara su terra e prima gara fuori dall’Europa del campionato 2008, verrà disputata vicino alla città di Leon a circa 400 km da Città del Messico. Le prove speciali, in genere veloci e scorrevoli la velocità media toccata lo scorso anno era di circa 95 Km/h, sono situate a circa 2000 metri di altitudine, alcune PS della prima tappa arrivano anche a 2700 m. L’altitudine sarà un elemento importante da tenere in considerazione durante la gara, in quanto l’aria rarefatta a quelle altezze mette a dura prova e fa perdere potenza ai motori.

Un altro fattore importante saranno i nuovi pneumatici che non hanno più la mousse antiforatura. La Pirelli, fornitore unico del WRC, ha predisposto, in vista di queste prove sterrate e rocciose, degli pneumatici a mescola dura che si avvalgono dell’esperienza maturata dalla casa milanese con gli pneumatici "run-flat" che hanno i fianchi molto irrobustiti e di conseguenza sono più resistenti a tagli e abrasioni. Il percorso del Rally Messico è quasi identico a quello dello scorso anno ed è la gara più corta del Campionato del Mondo Rally FIA, 830,83 km di percorso totale di cui però circa il 43% di chilometri cronometrati suddivisi in 20 prove speciali. La gara inizierà giovedì 28 Febbraio alle ore 20.00 con la Cerimonia di Partenza a Guanajuato, città designata dall’UNESCO patrimonio dell’umanità, famosa per la sua bellezza e per una rete di strade sotterranee. Lo scorso anno la cerimonia di partenza ha radunato più di 60.000 fan.

"Non vedo l’ora di essere in Messico", ha dichiarato Gigi Galli "Mi sento un po’ come un cavallo da corsa che scalpita per entrare in pista. Ho partecipato a questa gara solo una volta nel 2005 e ho disputato solo cinque prove speciali. Comunque abbiamo fatto le ricognizioni sia nel 2006 che nel 2007 e credo che questo ci aiuterà. Sarà sicuramente difficile per noi gareggiare ad un lato livello non avendo mai disputato tutta la gara, ma non importa sarà ugualmente bello esserci e scoprire il comportamento della macchina su sterrato, oltre ad abituarci ai nuovi pneumatici Pirelli, che non abbiamo mai usato ne provato prima. Come in tutte le gare cercherò di adottare un certo passo durante la prima speciale, vedrò a che punto siamo e poi da li svilupperemo la nostra velocità e il nostro feeling. Il Messico è un posto fantastico e l’atmosfera che creano i fans è incredibile".

Malcolm Wilson, capo del team Stobart VK M-Sport Ford, ha dichiarato. "Il team Stobart arriva in Messico in una buona posizione e con delle buone possibilità di concludere la gara in zona punti. L’altitudine e le alte temperature avranno un ruolo importante e la gara sarà dura per i piloti, che dovranno concentrarsi al massimo per aiutare il team a mantenere la buona posizione raggiunta e sostenere il team BP Ford Abu Dhabi a rimanere al top della Classifica Costruttori. Gigi ha fatto molto bene nelle due gare precedenti ed è già salito sul podio in Svezia. Questa gara su terra sarà piuttosto insidiosa per lui, ma comunque avrà la possibilità di capire come reagisce la vettura su questo tipo di percorso".


Stop&Go Communcation

Dopo il terzo posto ottenuto in Svezia, Gigi Galli e Giovanni Bernacchini si apprestano ad affrontare la loro prima gara […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/1143611.jpg WRC: Galli-Bernacchini impazienti di atterrare in Messico

WRC