Era il risultato da tanto tempo auspicato in casa Ford. Ed anche da tutti coloro che ormai non ne potevano più di vedere sempre sul gradino più alto del podio quell’ammazza-campionato di Sebastien Loeb. A trionfare, però, non è stato il pilota ovviamente più quotato in tempi recenti, ovvero, Mikko Hirvonen; con una gara esemplare dal punto di vista tecnico – ritmo sempre costante e rarissimi errori – e tattico – spingendo quando era necessario, e controllando abilmente la leadership in situazioni svantaggiose – Jari-Matti Latvala è tornato alla vittoria dopo più di un anno di break. Vittoria di inestimabile valore per il morale, e che potrebbe quindi rappresentare una netta svolta nella stagione del finlandese

“Quella che provo adesso è una sensazione indescrivibile” ha affermato, ancora incredulo, il giovane pilota scandinavo, “E’ stata una gara davvero dura, sono successe tante cose, tra le quali tanti miei errori. Devo davvero ringraziare il team; loro non hanno mai dubitato di me, mentre molti altri lo hanno fatto. La mia vittoria è frutto di tanti elementi, tra i quali, in particolare, la costanza ed un po’ di fortuna, per quanto riguarda la posizione di partenza avuta nell’ultima tappa. In futuro avremo bisogno di essere regolari come lo siamo stati stavolta: penso che se io e Mikko lo saremo insieme, potremo mettere sotto pressione gli uomini della Citroen”.

Parole di elogio nei confronti dei suoi piloti, e di Latvala, ovviamente, in particolare, sono giunte dal boss Malcolm Wilson; d’altronde, questo risultato è la migliore conferma della correttezza della sua scelta nei confronti del finlandese, che molti altri, magari, non avrebbero pensato due volte a licenziare dopo le prime, disastrose prestazioni: “Tutti conoscono il gran potenziale di Jari, e fortunatamente ha avuto l’opportunità di risalire quasi subito su una vettura dopo l’incidente in Portogallo; in Argentina, ad esempio, era molto importante che percorresse tanti chilometri e ritrovasse il giusto feeling. Per quanto riguarda Mikko, è stato molto sfortunato con la polvere, nell’ultima giornata; ma avevamo bisogno di un risultato così, e ne siamo molto soddisfatti”.

Certamente non ci si poteva aspettare di trovare un raggiante Hirvonen al termine di questa tre-giorni rallystica. Autore di una discreta gara nelle prime due giornate, nelle quali era riuscito ad arginare il ritmo del suo diretto avversario in graduatoria, Mikko non è stato assistito dalla dea bendata; con il vento completamente assente, la polvere rimasta nell’aria a formare un banco di nebbia lo ha ostacolato nella rimonta sul compagno di team. Ma il finlandese rimane fiducioso: “E’ ovvio che sia felice di com’è andata, il risultato non mi lascia l’amaro in bocca. Bisogna essere obbiettivi, Jari-Matti ha guidato bene e se l’è meritato. Dopo la seconda tappa pensavo che avremmo potuto lottare per la vittoria, ma la polvere ci ha messo lo zampino, non ho proprio avuto modo di lottare. Per cui ho preferito portare a casa il secondo posto”.

“In ogni caso” ha proseguito il pilota Ford, ora staccato di 17 punti in classifica da Loeb, “per il team è una grandissima soddisfazione, perché era da tanto che non si conquistava una doppietta. Se proseguiremo su questa linea, chi lo sa cosa potrà succedere?”

Marco Picerno


Stop&Go Communcation

Era il risultato da tanto tempo auspicato in casa Ford. Ed anche da tutti coloro che ormai non ne potevano […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/sardegna.jpg WRC – Ford tira il fiato con una splendida doppietta in Sardegna

WRC