Le difficoltà riscontrate al Rally Acropolis, con Sebastien Ogier fermo sulla prima speciale e le altre due Polo R WRC con problemi tecnici, sembrano già un ricordo per la Casa di Wolfsburg, che in Sardegna sta mostrando il lato migliore con una performance di altissimo livello.

Davanti a tutti c’è ancora una volta il leader della classifica iridata, quel Sebastien Ogier mai sazio di vittorie e di punti da conquistare. Il talento di Gap, tra l’altro, ha indicato in Jari-Matti Latvala il suo rivale per il titolo, e lui sa bene cosa vuol dire correre con un avversario in casa, visto che ha avuto a che fare con Sebastien Loeb per una stagione nel primo anno della sua maturazione.

Per Latvala le chance di ripetere la prestazione del Rally Acropolis si sono ridotte dopo la prima speciale. Il finnico, in testa fino al secondo intertempo, ha subito una foratura che gli ha compromesso la gara, relegandolo in quinta posizione. Ad approfittarne ci ha pensato il suo connazionale, Mikko Hirvonen, che con alcuni scratch interessanti è riuscito a conquistare la seconda posizione. Il vicecampione in carica ha comunque un ritardo importante, oltre 45” dalla vetta, ed è costantemente pressato da Thierry Neuville, ottimo terzo con la Ford Fiesta RS WRC del team Qatar.

Davanti a Jari-Matti Latvala, che nonostante la foratura è stato il vero mattatore della giornata, è riuscito a classificarsi anche lo spagnolo Dani Sordo, quarto con la seconda Citroen DS3 WRC. Lo spagnolo, non ancora al top su terra nonostante la sua lunga esperienza, dovrà difendersi nell’ultima tappa dagli attacchi delle due Volkswagen Polo R WRC di Latvala e di Mikkelsen, vicinissimo alla top five anche lui. Il norvegese, autore di una buona prestazione, deve però ringraziare il suo connazionale Mads Ostberg, che nella PS 8, la “Gallura” disputata in notturna, ha capottato la sua Ford Fiesta RS WRC, crollando in classifica generale con la possibilità di ripartire domani con il Super Rally.

Le Ford Fiesta del team M-Sport sono comunque protagoniste nella parte bassa della top ten, con Martin Prokop settimo seguito dal neoacquisto Michal Kosciuszko, Elfyn Evans e dalla Citroen DS3 RRC di Robert Kubica. Il polacco è primo nel campionato WRC-2, e spera di ripetere la vittoria ottenuta in Grecia visto il buon vantaggio su Abdullaziz Al-Kuwari e sul nostro Lorenzo Bertelli, entrambi al via con una Ford Fiesta RRC del team M-Sport. Sfortuna invece per l’altro equipaggio tricolore iscritto al WRC-3, quello composto da Simone Campedelli e Matteo Chiarcossi, che hanno gettato al vento la gara con un piccolo incidente nella seconda prova speciale. Per il driver romagnolo ci sarà la possibilità di rientrare in gara oggi, ma sarà praticamente impossibile colmare il distacco da Staphan Consani, Christian Riedemann e Sebastien Chardonnet, podio virtuale del Citroen Top Driver. Oggi sono in programma le ultime otto prove speciali.

Classifica (Top ten)

  1. Ogier/Ingrassia – Volkswagen Polo R WRC – 1:40:37.3
  2. Hirvonen/Lehtinen – Citroen DS3 WRC – +46.6
  3. Neuville/Gilsoul – Ford Fiesta RS WRC – +49.7
  4. Sordo/Del Barrio – Citroen DS3 WRC – +1:19.4
  5. Latvala/Antilla – Volkswagen Polo R WRC – +1:44.0
  6. Mikkelsen/Markkula – Volkswagen Polo R WRC – +1:55.4
  7. Prokop/Hruza – Ford Fiesta RS WRC – +4:50.4
  8. Kosciuszko/Szczpaniak – Ford Fiesta RS WRC – +6:25.6
  9. Evans/Bernacchini – Ford Fiesta RS WRC – +6:34.5
  10. Kubica/Baran – Citroen DS3 RRC – +8:35.3

Luca Piana


Stop&Go Communcation

Le difficoltà riscontrate al Rally Acropolis, con Sebastien Ogier fermo sulla prima speciale e le altre due Polo R WRC […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/06/886x498_vw-20130601-90581.jpg Sardegna, Day 1: Ogier detta il ritmo, Kubica mattatore nel WRC-2

WRC