In Medioriente ci avevano pensato le strategie partite dai piani alti del suo team; in Turchia è subentrato invece il fattore pioggia. Insomma, anche stavolta, alla partenza della tappa finae, Sebastien Loeb si è praticamente trovato dinnanzi una strada spianata verso il trionfo: l’ingente quantità di acqua caduta durante la nottata ha di fatto cancellato gli svantaggi del ruolo di apripista, permettendogli di affrontare sterrati accidentati e già “puliti”. Inoltre, forse anche per placare le critiche piovute dagli equipaggi sulle presunte modifiche effettuate senza preavviso sulla prova Riva, gli organizzatori han provveduto a cancellare le due prove d’apertura per ragioni di sicurezza. Riducendo le chances degli inseguitori di ridurre il gap dal Cannibale dei Rally.

Nell’ipotesi dell’arrivo odierno della pioggia, l’alsaziano non aveva minimamente alzato il piede nella giornata precedente; il tutto costruendosi una solida leadership che gli permettesse di affrontare le ultime speciali con tranquillità… Sempre se di tranquillità si può parlare: il pilota Citroen ha infatti impresso un ritmo da paura anche alle prove finali, portando il proprio vantaggio sul diretto inseguitore Solberg a quasi un minuto. Solberg che, da parte sua, non ci ha impiegato molto a metter da parte ogni velleità, prendendosi più che altro la briga di portare la propria C4 verso un’ottima seconda piazza – soprattutto dopo aver sfiorato di un pelo un albero nei primi chilometri percorsi in mattinata!

Stessa tattica ha seguito Mikko Hirvonen, la cui Focus ha cozzato contro una roccia procurandogli una foratura e facendogli perdere momentaneamente la terza piazza a favore di Sordo: “cose che capitano, quando si spinge al massimo…” ha spiegato il finnico, tornato poi sul podio a causa dell’uscita di strada di cui si è reso protagonista il cantabrico. Un brutto colpo per lui, in una stagione che sinora gli ha offerto più ombre che luci.

Se non altro, la sfortuna di un uomo Citroen ha ulteriormente avvantaggiato altri equipaggi della Doppia Spiga. Non ci si riferisce tanto a Sebastien Ogier, quarto all’arrivo, autore anche oggi di ottimi tempi che accentuano l’amaro in bocca per la foratura subita nel sabato; quanto a Kimi Raikkonen, la cui quinta piazza finale rappresenta il miglior risultato sinora mai ottenuto dall’ex-pilota di F1 nei Rally! In ogni caso, più che il risultato in sé – favorito anche dai problemi occorsi a Latvala, incidentatosi nella tappa di ieri e giunto ottavo assoluto all’arrivo -, a far sorridere il certo poco espansivo finnico sono altri elementi riscontrabili dalla sua prestazione: la costanza, prima punto debole ed ora qualità finalmente acquisita, ed i tempi gradualmente sempre migliori fatti registrare.

Dal punto di vista cronometrico riscontri positivi son giunti anche da Ken Block, che ha però rovinato la propria corsa andando a colpire un ceppo proprio nella prova d’apertura del rally. Delusione ancor maggiore, però, deve averla provata Ott Tanak: l’EVO X dell’estone è andata a fare un’escursione fuori programma, vanificando la pregevole performance che lo aveva fatto stazionare in nona posizione al termine della seconda giornata. Ma sia lui che gli altri giovanotti del Pirelli Star Driver, autori di incidenti nella prima tappa, avranno modo di rifarsi.

La classifica al termine del Rally di Turchia:

1. Sebastien Loeb (Citroen C4 WRC) 3:01:38.7

2. Petter Solberg (Citroen C4 WRC) + 54.5

3. Mikko Hirvonen (Ford Focus RS WRC) + 1:43.4

4. Sebastien Ogier (Citroen C4 WRC) + 3:46.0

5. Kimi Raikkonen (Citroen C4 WRC) + 6:44.3

6. Federico Villagra (Ford Focus RS WRC) + 7:56.7

7. Matthew Wilson (Ford Focus RS WRC) + 8:29.8

8. Jari-Matti Latvala (Ford Focus RS WRC) + 19:44.2

La classifica del Campionato Piloti dopo il Rally di Turchia:

1. Loeb – 93

2. Solberg – 53

3. Hirvonen – 52

4. Latvala – 47

5. Ogier – 45

6. Sordo – 24

La classifica del Campionato Costruttori dopo il Rally di Turchia:

1. Citroen – 126

2. Ford – 111

Marco Picerno


Stop&Go Communcation

In Medioriente ci avevano pensato le strategie partite dai piani alti del suo team; in Turchia è subentrato invece il […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/r9023.jpg Rally Turchia – Loeb ottiene il tris!

WRC