Ininterrottamente trionfa al Rally di Germania dal 2002, quindi Sebastien Loeb è logicamente il favorito in terra tedesca, visto che è anche una delle sue kermesse preferite. Tanti cercheranno di ostacolarlo su una superficie asfaltata che gli calza a pennello, ma pochissimi ci riusciranno. Se non addirittura nessuno. Oltre a Sua Maestà Loeb, gli altri candidati al successo saranno Sebastien Ogier, che oramai sull’asfalto ha quasi eguagliato il suo maestro, ed il rientrante Francois Duval, su una Ford Focus ‘08 del Team Stobart. Il pilota belga, pilota ufficiale Citroen nel 2005, è stato licenziato troppo presto da Guy Frequelin, allora “boss” del box francese, per la moltitudine di Xsara distrutte durante vari rally. In realtà, Duval è sempre stato un diamante grezzo e, negli anni passati, ha spesso insidiato Sebastien Loeb durante i rally asfaltati.

Citroen, oltre a Sebastien Loeb e Sebastien Ogier, potrà contare anche su Daniel Sordo, che ha deciso di sostituire il copilota Marc Marti con Diego Vallejo, e Kimi Raikkonen. L’ex pilota di Formula Uno ha già fatto vedere di che pasta è fatto sull’asfalto del Rally di Bulgaria: una sua conferma è d’obbligo. La casa francese si avvarrà anche di Petter Solberg, da quest’anno messosi in proprio con un budget abbastanza risicato.

BP Ford Abu Dhabi World Rally Team tenterà di agguantare il miglior risultato possibile, visto che la vittoria non sembra essere alla portata dello squadrone diretto da Malcolm Wilson. La compagine ufficiale si affiderà a Mikko Hirvonen e Jari-Matti Latvala, le due facce della medaglia dell’ultimo Rally della Finlandia. Il primo è uscito rovinosamente di strada, il secondo ha trionfato nell’evento di casa, per la gioia dei propri tifosi. Per il medesimo team, ci sarà anche l’emiro Khalid Al-Qassimi, dal quale ci si aspetta una prestazione intorno alla top-10. Stobart M-Sport World Rally Team, oltre al duo Francois Duval-Denis Giraudet, schiererà, come solito, Matthew Wilson-Scott Martin. Da evidenziare il ritorno del Monster World Rally Team, con Ken Block al volante ed Alex Gelsomino alle note.

Come ogni Rally di Germania che si rispetti, sono fioccati gli iscritti occasionali, coloro che danno un po’ di colore all’evento. Van Merksteijin Motorsport, un nome molto conosciuto anche nella Le Mans Series ed alla 24 Ore di Le Mans, schiererà una Ford Focus ’08 per Bernhard Ten Brinke-Eddy Chevailler; anche Erik Van Loon-Harmen Scholtabers piloteranno una vettura analoga. Nutrita la pattuglia delle Subaru Impreza, capitanata da Mark Van Eldik-Robin Buysman, Renè Kuipers-Erwin Berkhof e Gert Huzink-Aaldert Aaltink, quest’ultimi addirittura al volante di un modello risalente al 2005. Riapparirà anche una Skoda Fabia ’05, che sarà condotta da Erik Wevers-Michiel Poel; la Mitsubishi Lancer WRC del team Bert De Jong verrà pilotata da Bert De Jong stesso e Ton Hollen. Tuttavia, il premio di vettura più anziana va alla coppia Henk Vossen-Johan Findhammer, che gestiranno sul catrame una Mitsubishi Lancer del 2002. Una vettura molto vetusta, che, però, può ancora dire la sua su questo tipo di superficie.

Gabriele Sbrana


Stop&Go Communcation

Ininterrottamente trionfa al Rally di Germania dal 2002, quindi Sebastien Loeb è logicamente il favorito in terra tedesca, visto che […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/wrc01101007_0642.jpg Rally di Germania – Preview: Citroen e Sebastien Loeb favoriti, molte le nuove entrate

WRC