Era il grande favorito alla vigilia e non ha deluso le attese dei numerosissimi tifosi accorsi lungo le speciali del Rally del Portogallo. Sebastien Ogier ha così conquistato anche il quarto appuntamento della serie iridata (lo score dice tre vittorie in quattro gare) e conquista anche la Power Stage (e i relativi 3 punti extra in classifica).

E’ stato un grande weekend, Mikko è andato davvero veloce in questi tre giorni” ha spiegato Ogier all’arrivo. Quel “Mikko” citato dal campione in carica è Hirvonen, che torna sul podio dopo un periodo difficilissimo con la Ford Fiesta RS WRC. “Sono veramente contento, è il primo weekend dove non abbiamo avuto problemi” ha spiegato il finnico, che ha concluso la gara con 43”2 di ritardo dal vincitore. Terzo gradino del podio occupato dal terzo marchio automobilistico diverso, grazie ad un grande Mads Ostberg che si conferma tra i migliori del lotto con la Citroen DS3 WRC.

Il norvegese ha conquistato la terza posizione sia in gara sia nella Power Stage (un punto extra in classifica) alle spalle di Jari-Matti Latvala (Volkswagen), che ha concluso la gara in 14° posizione dopo l’incidente di venerdì pomeriggio. Grazie alla performance poco brillante del finnico, Ostberg si avvicina in classifica generale (Latvala 62 punti, Ostberg 48) mentre Ogier conclude la prima parte del campionato con 91 punti. Il resto della classifica è condizionato da problemi meccanici e incidenti. Ne sa qualcosa Dani Sordo (Hyundai), che è stato costretto al ritiro per un problema alla sua I20 WRC quando occupava la quarta posizione assoluta. Ne approfittano così i norvegesi Andreas Mikkelsen (Volkswagen) e Henning Solberg (Ford), che regalano un weekend indimenticabile alla Norvegia (3 piloti nei primi 5 posti).

Martin Prokop (Ford), sesto, batte in volata le due I20 WRC di Thierry Neuville (problemi durante la Power Stage a causa della rottura della trasmissione) e Juho Hanninen. Nasser Al-Attiyah (Ford) e Jari Keetoma (Ford) concludono la top ten e completano i primi due gradini del podio del WRC-2, bronzo per Tidemand (Ford). Nel campionato Junior esulta il francese Lefebrve davanti a Riedemann e Koci (tutti su Citroen DS3 R3T). Tanta sfortuna per Simone Campedelli, quinto in seguito a problemi meccanici quando occupava la seconda posizione assoluta. Sesto Tempestini. Nel trofeo D-Mack Fiesta Trophy vince Parn. Il prossimo appuntamento della serie iridata sarà in Argentina, il secondo weekend di maggio.

Classifica (Top Ten)

  1. Ogier/Ingrassia – Volkswagen Polo R WRC – 3:33:20.4
  2. Hirvonen/Lehtinen – Ford Fiesta RS WRC – +43.2
  3. Ostberg/Andersson – Citroen DS3 WRC – +1:12.4
  4. Mikkelsen/Markkula – Volkswagen Polo R WRC – +4:50.5
  5. Solberg/Minor – Ford Fiesta RS WRC – +5:10.2
  6. Prokop/Tomanek – Ford Fiesta RS WRC – +8:27.2
  7. Neuville/Gilsoul – Hyundai i20 WRC – +8:32.3
  8. Hanninen/Tuominen – Hyundai i20 WRC – +8:51.6
  9. Al-Attiyah/Bernacchini – Ford Fiesta RRC – +10:14.7
  10. Ketomaa/Lindstrom – Ford Fiesta R5 – +10:36.3

Luca Piana


Stop&Go Communcation

Era il grande favorito alla vigilia e non ha deluso le attese dei numerosissimi tifosi accorsi lungo le speciali del […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/04/10003889_730212060356788_1344967291_n.jpg Portogallo, Finale: Ogier vince rally e Power Stage, podio per Hirvonen e Ostberg

WRC