Sabato ricco di emozioni al Rally del Portogallo, terzo appuntamento del campionato WRC. Se ieri sera le due Ford hanno spento i motori in prima e seconda posizione, rispettivamente con Jari-Matti Latvala e Mikko Hirvonen, stasera il plotone va a riposo con un’egemonia francese capitanata da Sebastien Ogier e Sebastien Loeb.

Grazie a un abile gioco di squadra operato dal direttore sportivo Quesnel, i due piloti della Citroen hanno rallentato nelle ultime prove speciali di ieri per non ritrovarsi apripista ad fare da apripista nelle prime prove speciali di questa mattina, cercando di limitare i rischi di forature.

Da questo punto di vista in casa Ford hanno provato a fare il massimo: Latvala è partito con l’arduo compito di liberare la strada per il compagno di squadra, che non si è difeso male. Ma la lotta con Ogier è stata impari fin dai primi chilometri. La gara ha avuto molti spunti interessanti, riassumibili in tre fasi: il mattino, il pomeriggio e l’ultima prova speciale, la numero 13.

In apertura l’apripista Latvala si è comportato bene e ha mantenuto la leadership per diverse prove speciali, prima di subire il sorpasso del talento transalpino. Il connazionale Sebastian Loeb ha disputato una mattinata difficile, condita da un certo nervosismo sfociato nella PS12. Questa prova speciale, la penultima in programma oggi, ha cambiato completamente l’andamento della corsa. I due fordisti, fino a quel momento impeccabili e in lizza per la vittoria, hanno avuto problemi alle rispettive vetture. Per Latvala è stata fatale la rottura di un semiasse, mentre Hirvonen ha patito la seconda foratura odierna.

Dopo essersi fermato per circa 15 secondi sulla PS13, il leader del Mondiale è ripartito 8 secondi davanti a Loeb, che è stato rallentato dal polverone e non ha potuto attaccare il compagno di squadra, il quale ha poi portato il suo vantaggio a quasi 40 secondi sul diretto inseguitore. Ogier e Loeb domani avranno 100 km per giocarsi la vittoria, visto che Latvala, terzo, paga oltre 4 minuti dalla testa.

Una piacevole sorpresa arriva da Mattew Wilson, che occupa la 4° posizione davanti a Hirvonen. Facile immaginare che suo padre Malcolm, team manager della Ford, lo convincerà a far passare il compango di marca. Un sorriso arriva anche dai 3 concorrenti che seguono, che fino a ieri avevano il broncio: si tratta di Henning Solberg, Kimi Raikkonen e Federico Villagra, in costante miglioramento. E se il fratello il norvegese potrebbe approfittare delle difficoltà di Hirvonen per ambire alla 5° piazza, visto che è a soli 2 minuti da lui, “Iceman” e l’argentino dovranno difendersi dal ritorno di Petter Solber, che dopo un inizio condito da 4 forature in una sola PS, spera in un buon piazzamento da condire magari con un bonus nella Power Stage.

La prima S2000 è 12°, guidata dall’idolo locale Bruno Magalhaes. Gli altri portoghesi sono in difficoltà: Sousa ha distrutto la sua Fiesta WRC finendo in un fosso, Araujo è 17° con la Mini ma ha problemi tecnici e domani potrebbe dare forfait. Brutto colpo per David Richards, gran capo di Prodrive, che era giunto nell’Algarve per l’occasione.

Non se la passano meglio gli italiani: Fabrizio De Sanctis si ritira per problemi alla sua Lancer, Crugnola e Brunello sono in ripresa dopo un avvio difficile. Peter Van Merksteijn crolla in 32° posizione; proviamo poi tristezza nel constatare che Mads Ostberg è penultimo, segno che questo Portogallo è proprio maledetto per lui.

Domani il Rally si trasformerà in una sorta di doppia “ronde”, con due piesse ripetute due volte. L’ultimo passaggio sulla tratto “Santana de Serra” sarà utilizzato per la Power Stage, la prima veramente valida dopo un inizio in chiaroscuro in Svezia e in Messico. La sfida televisiva in terra lusitana sarà lunga 31 km, conditi da terra e dossi artificiali. Ma prima, ci sono da affrontare 70 km pieni di incertezze…

Classifica

01. Sebastien Ogier – Citroen – 2:59:30.2
02. Sebastien Loeb – Citroen – +37.6
03. Jari-Matti Latvala – Ford – +4:14.6
04. Matthew Wilson – Ford – +5:26.8
05. Mikko Hirvonen – Ford – +5:32.5
06. Henning Solberg – Ford – +7:46.4
07. Kimi Raikkonen – Citroen – +8:55.2
08. Federico Villagra – Ford – +9:10.0
09. Petter Solberg – Citroen – +11:27.1
10. Dennis Kuipers – Ford – +13:07.9

Luca Piana


Stop&Go Communcation

Sabato ricco di emozioni al Rally del Portogallo, terzo appuntamento del campionato WRC. Se ieri sera le due Ford hanno […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/wrcwrc-260311-01.jpg Portogallo, Day 3: La coppia Citroen approfitta dei guai Ford

WRC