Succede di tutto in Portogallo, nel quarto appuntamento del Mondiale Rally. Se le tre speciali notturne di ieri hanno portato al ritiro Sebastien Loeb, oggi è andata ancora peggio, con un clima che ricordava vagamente gli sterrati del Galles.

Gli uomini della FIA hanno infatti deciso verso metà pomeriggio di annullare le prove 8, 9 e 10 a causa delle condizioni climatiche avverse già affrontate dai piloti nel primo passaggio. La distanza di gara è stata di conseguenza decurtata, passando dagli oltre 120 km previsti a una 60ina. Il nuovo leader è diventato Mikko Hirvonen, che si è trovato davanti grazie agli incidenti che hanno costretto i rivali al ko: il primo ad abbandonare questa mattina è stato Jari-Matti Latvala. Il finnico della Ford, fino al quel momento primo in classifica, ha alzato bandiera bianca nella PS5, la prima di oggi. I concorrenti sono partiti sotto una pioggia autunnale, le strade fangose al limite della praticabilità e Latvala partiva per ultimo tra le WRC visto che ha scelto quella posizione dopo le qualifiche: la sua Fiesta è finita in un burrone.

Stessa sorte per il compagno Petter Solberg; l’ex campione del mondo è precipitato in 13° posizione dopo aver toccato una roccia e concluso la sua marcia in un fosso. Nonostante i ritiri dei due alfieri ufficiali, la seconda e la terza piazza resta marchiata Ford: Evgeny Novikov insidia da vicino Hirvonen, mentre Mads Ostberg è scivolato in terza posizione a causa di una foratura nel finale della PS6, altrimenti avrebbe buone chance di essere battistrada di questa tappa.

Per gli altri sarà difficile avvicinare i primi tre gradini del podio: Patrik Sandell con la Mini distante oltre tre minuti, seguito da Martin Prokop, Nasser Al-Attiyah, Peter van Merksteijn Jr, Dennis Kuipers, Sebastien Ogier e Jari Ketomaa.

Armindo Araujo è al momento 11° di fronte al pubblico di casa, seguito dal già citato Solberg e da Dani Sordo, vero mattatore della giornata con la Mini del team prodrive. Lo spagnolo ha infatti trionfato nelle tre prove mattutine (Tavira, Alcarias e S.Bras de Alportel) transitando per primo (visto che sfruttava la regola del Super Rally), un chiaro vantaggio visto che il fondo delle speciali peggiorava vettura dopo vettura.

Tra gli iscritti al campionato S-WRC vantaggio di Hayden Paddon (17° assoluto su Skoda Fabia S2000) nei confronti di Craig Breen (ritirato, sarà difficile la sua ripartenza visto che è rimasto fermo in un guado). Domani è prevista altra pioggia sulle tre speciali in programma (Almodovar, Vascao e Loule) da ripetere due volte. Al via dovrebbero esserci anche Jari-Matti Latvala e Petter Solberg che sfrutteranno la formula del Super Rally; nonostante ciò, il direttore tecnico della Ford non ha risparmiato qualche punzecchiatura ai due: “Ci è stata data una grande chance per riaprire il campionato, bisognava solo controllare Mikko (Hirvonen, ndr). Tutto quello che dovevano fare era rimanere in strada”.

Classifica

01. Hirvonen/Lehtinen – Citroen DS3 WRC – 1:20:01.7
02. Novikov/Giraudet – Ford Fiesta RS WRC – +36.3
03. Ostberg/Andersson – Ford Fiesta RS WRC – +41.8
04. Sandell/Parmander – Mini John Cooper Works WRC – +3:07.2
05. Prokop/Hruza – Ford Fiesta RS WRC – +3:25.8
06. Al Attiyah/Bernacchini – Citroen DS3 WRC – +3:46.9
07. van Merksteijn/Chevaillier – Citroen DS3 WRC – +3:50.8
08. Kuipers/Buysmans – Ford Fiesta RS WRC – +4:41.1
09. Ogier/Ingrassia – Skoda Fabia S2000 – +5:45.1
10. Ketomaa/Stenberg – Ford Fiesta RS WRC – +5:52.3

Luca Piana


Stop&Go Communcation

Succede di tutto in Portogallo, nel quarto appuntamento del Mondiale Rally. Se le tre speciali notturne di ieri hanno portato […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/03/wrc-300312-01.jpg Portogallo, Day 2: Annullate tre speciali, Hirvonen al comando e Ford ko

WRC