Neanche l’influenza riesce a fermare Sebastien Ogier. Dopo la prima giornata del Rally del Portogallo, quarto appuntamento di un Mondiale sempre più targato Volkswagen, il talento di Gap è il leader della gara con la sua Polo R WRC, nonostante il pressing ininterrotto di Dani Sordo. Tra i due piloti il divario è davvero esiguo, solo quattro secondi, con lo spagnolo della Citroen che potrebbe approfittare dello scarso momento di forma fisica del rivale per conquistare la sua prima vittoria nella serie iridata.

A lottare per i piani alti della classifica sono i primi cinque piloti classificati al termine della prima tappa, racchiusi in 30”. Oltre a Ogier e Sordo, la battaglia per il terzo posto è apertissima con Latvala (Volkswagen) e Hirvonen (Citroen) che inseguono i compagni di squadra rispettivamente a 11”4 e 16”2. Quinta posizione, invece, per il belga Thierry Neuville (Ford), che chiude la giornata con 30 secondi di ritardo dai suoi avversari.

Distacchi oltre il minuto per Evgeny Novikov (Ford), ancora alla ricerca di un assetto soddisfacente, seguito da Nasser Al-Attiyah (Ford), Martin Prokop (Ford), Michal Kosciuzko (Mini) e Dennis Kuipers (Ford). Per il polacco del team Motorsport Italia la giornata si è conclusa con il cedimento di una molla del cofano durante un salto nella Super Speciale, che lo ha costretto a terminare la gara con la visuale oscurata.

Molto interessante la sfida tra gli equipaggi iscritti al WRC-2, con il leader Esapekka Lappi (Skoda) che prende un buon margine su Elyfin Evans (Ford) e sull’italiano Edoardo Bresolin (Ford). Il gallese ha circa 30” di ritardo dal finnico, mentre il portacolori del “Tre Colli World Rally Team” ha un minuto e mezzo da recuperare.

Tra le vittime della terra lusitana ci sono Sepp Wiegand (Skoda), retrocesso in sesta posizione di classe in seguito a un incidente, e soprattutto Robert Kubica, secondo fino al termine della PS4 ma costretto al ritiro dopo la terza foratura della giornata. Il polacco, autore di una grandissima gara fino a quel momento, aveva a disposizione solo due pneumatici di ricambio, ed è stato costretto a dare forfait. Ripartirà con la regola del Super Rally, così come Mads Ostberg (Ford) e Per Gunnar Andersson (Ford), entrambe fermati da un incidente nel corso della PS3.

Nel trofeo Citroen Top Driver è lotta serrata tra Keith Cronin, Alaistar Fisher e Sebastien Chardonnet, tutti al volante della DS3 R3T, racchiusi in appena 6”6. Simone Campedelli, vincitore della PS5, è attualmente in sesta posizione con un ritardo di oltre 3 minuti, a causa di una foratura patita a inizio gara. Interessante bagarre anche nel Campionato Junior, con lo svedese Tidemand leader davanti a Suarez e Aasen.

Classifica (Top 10)

01. Sebastien Ogier – Volkswagen Polo R WRC – 49:33.0
02. Dani Sordo – Citroen DS3 WRC – +4.4
03. Jari-Matti Latvala – Volkswagen Polo R WRC – +11.4
04. Mikko Hirvonen – Citroen DS3 WRC – +16.2
05. Thierry Neuville – Ford Fiesta RS WRC – +30.7
06. Evgeny Novikov – Ford Fiesta RS WRC – +1:17.0
07. Nasser Al-Attiyah – Ford Fiesta RS WRC – +2:16.4
08. Martin Prokop – Ford Fiesta RS WRC – +2:27.9
09. Michal Kosciuszko – Mini John Cooper Works WRC – +2:37.1
10. Dennis Kuipers – Ford Fiesta RS WRC – +2:48.7

Luca Piana


Stop&Go Communcation

Sebastien Ogier, su Volkswagen, è il leader del Rally del Portogallo nonostante il pressing ininterrotto di Dani Sordo.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/04/wrc-volkswagen-ogier-120413-01.jpg Portogallo, Day 1: Ogier su Sordo per quattro secondi

WRC