L’anno di transizione del World Rally Championship riparte dal Principato di Monaco per un appuntamento storico della serie iridata.

La presenza di quattro costruttori – due ufficiali, Volkswagen e Hyundai, due seguiti da programmi privati, Citroen e Ford M-Sport – a cui seguirà l’imminente arrivo di Toyota (probabilmente dal 2017) sta già scaldando gli animi degli appassionati, già in fibrillazione per lo shakedown di questa sera (dalle ore 16 alle 20) che darà ufficialmente il via alla gara e alla nuova stagione.

Non riesco a immaginare una gara migliore per iniziare questo 2016 – dice il campione in carica Sebastien Ogier, vincitore delle ultime due edizioni -. La scelta degli pneumatici sarà fondamentale. Ovviamente punto al successo“.

E’ una gara speciale – aggiunge Jari-Matti Latvala, secondo lo scorso anno alla guida della Volkswagen Polo R WRC -. La presentazione ufficiale e l’arrivo a pochi passi dal Palazzo Reale di Monaco rappresentano un’ulteriore incentivo per fare bene“. Il cambio più evidente è stato realizzato da Andreas Mikkelsen, terzo lo scorso anno, che sarà ancora una volta al via con la vettura tedesca ma con il nuovo (e giovane) navigatore Anders Jæger. “Punto a migliorare il terzo posto dello scorso anno” dice il norvegese.

Tra gli outsider di lusso si candida a un posto nella top five Mads Ostberg (“Punto a fare bene per avere una bella posizione di partenza anche al Rally di Svezia” dice il portacolori del team M-Sport) e Dani Sordo (“E’ una delle mie gare preferite e la vettura sembra migliorata” dice a proposito della Hyundai I20 WRC). Decisamente motivato anche Kris Meeke (“Quest’anno ci divertiremo” è l’auspicio del gallese di Citroen PH Sport), mentre i giovani Eric Camilli (Ford) e Stephan Lefebvre (Citroen) annunciano l’intenzione di fare esperienza.

Thierry Neuville proverà a fare pace con il Rally di Montecarlo dopo i ripetuti crash del 2012, 2013 e 2014 (“Quest’anno sono molto motivato” dice il pilota del team Hyundai, quinto al traguardo lo scorso anno), mentre Hayden Paddon è il “deb” che si definisce pronto per questa sfida. Grande attesa anche per i due privati Robert Kubica (“E’ una delle mie gare preferite, spero di fare bene” spiega il polacco, seguito in questa gara da BRC Gas Equipment) e Bryan Bouffier, “Re” del Montecarlo nel 2011 e secondo assoluto nel 2014. A proposito di Re, da segnalare la presenza del comasco a bordo di una Citroen DS3 WRC. “Sono molto felice di essere qui, è una gran bella sfida che ho già affrontato lo scorso anno” dice il gentleman driver italiano, coadiuvato ancora da Mara Bariani.

Luca Piana


Stop&Go Communcation

L’anno di transizione del World Rally Championship riparte dal Principato di Monaco per un appuntamento storico della serie iridata. La […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/01/10374858_897734553617015_4834421611869398022_n.jpg Ogier: “Montecarlo miglior rally per iniziare la stagione”

WRC