Passare dal vigneto di Trier al gradino più alto del podio in poco più di 48 ore. Alla fine comunque è stata gloria per Thierry Neuville, che ha regalato a Hyundai la prima vittoria nella serie iridata nella tana dei rivali di Volkswagen, che si consoleranno con il titolo piloti e probabilmente con quello costruttori.

Per il belga la prima vittoria nel WRC ha un sapore speciale, dopo due anni di apprendistato tra Citroen e Ford M-Sport. Ora per Neuville il futuro si chiama Hyundai, che da inizio anno lo sta coccolando con il sedile di prima guida della I20 WRC. “Sono particolarmente grato al lavoro del team in questo fine settimana” ha detto il vicecampione del mondo in carica. “La squadra ha fatto una prestazione fantastica per riparare la mia auto dopo l’incidente di giovedì nello shakedown. Il risultato finale è stato ancora più incredibile”.

Il vincitore del Rally di Germania, nominato da Daniel Elena per l’Ice Bucket Challenge, ha comunque dimostrato grande fair play nei confronti degli avversari, in una gara che lo scorso anno lo ha visto protagonista fino alla penultima prova speciale. Nell’ultimo tratto cronometrato Neuville è uscito fuori strada con la Ford Fiesta RS WRC nel tentativo di superare Dani Sordo, che poi ha vinto la gara. Il belga ha poi comunque concluso in seconda piazza. “Certo, mi è dispiaciuto per Jari-Matti (Latvala) e Kris (Meeke) dopo il loro ritiro, ma ha rafforzato la necessità di rimanere concentrati fino alla fine, quando le condizioni erano molto difficili. Questo è un grande risultato che rimarrà per sempre impressa nella nostra memoria” ha Neuville.

Luca Piana


Stop&Go Communcation

Passare dal vigneto di Trier al gradino più alto del podio in poco più di 48 ore. Alla fine comunque […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/08/11288_756783341054218_192446937876854548_n.jpg Neuville ringrazia Hyundai: “Nel weekend il team è stato fantastico!”

WRC