A poco più di un mese dal Consiglio Mondiale della FIA che dovrà decidere il futuro del Mondiale Rally arrivano dichiarazioni inedite di Oliver Ciesla, promoter della serie, che ha confermato come le parti coinvolte abbiano recentemente modificato la rotta rispetto al progetto iniziale.

Si era infatti parlato di uno Shoot-Out finale tra i primi dieci classificati di ogni gara, per decretare le posizioni finali in una sfida selettiva a due a due. L’ultima partenza avrebbe contrapposto il primo con il secondo, e il vincitore dell’ultima prova avrebbe conquistato il rally. Adesso si parla invece di una sfida che coinvolge i primi 12 equipaggi in classifica, con conseguente prova finale che metterebbe in contrapposizione i piloti a tre a tre. Nello Shoot-Out si arriverebbe così a definire addirittura il podio.

La gente vuole vedere gli eventi il cui esito rimane incerto il più a lungo possibile – ha spiegato Ciesla –. Questo è quello che cerchiamo di fare già dal prossimo anno. Come si fa a trovare un modello che può garantire emozioni fino all’ultimo? Penso che stiamo andando nella giusta direzione, ma abbiamo bisogno di cambiare qualcosa rispetto al piano originale. Vogliamo essere onesti con i piloti e non complicare la comprensione per i tifosi. Le prime proposte avrebbero solo causato confusione, ora abbiamo rimediato e stiamo ricevendo un ampio consenso dalle parti interessate. Non si tratterà di un grande cambiamento, ma obbligherà i conducenti a guidare al massimo dall’inizio alla fine di ogni rally”.

Luca Piana


Stop&Go Communcation

A poco più di un mese dal Consiglio Mondiale della FIA che dovrà decidere il futuro del Mondiale Rally arrivano […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/08/1901368_10152331902117057_1833528577010999039_n.jpg Nel 2015 Shoot-Out finale per decretare le prime 12 posizioni?

WRC