La gara di Kris (Meeke, ndr) è stata davvero fantastica. Non mi ha mai dato il tempo per rilassarmi, ma sono stati due giorni davvero intensi e sono fiero di aver combattuto con lui. Ha fatto un grandissimi lavoro“.

Con queste parole Sebastien Ogier reso omaggio alla grande prova del portacolori del team Citroen nel corso della conferenza stampa andata in scena al termine dell’84° edizione del Rally di Montecarlo, vinta ancora una volta (la terza consecutiva con il team Volkswagen Motorsport) dal campione francese. Eppure lo spunto giusto sta proprio nella sfida con il britannico del team Citroen, costretto al ritiro nel corso della terza giornata per un problema tecnico alla sua DS3 WRC. Il campione in carica ha anche mostrato un certo fair play nel cercare di aiutare il rivale a ripartire, ma non c’è stato niente da fare. Chissà che questa prova da fuoriclasse del pupillo di Colin McRae non abbia convinto il team principal della Casa francese, Yves Matton, a portare le sue vetture anche nelle trasferte in Sud America (Messico e Argentina), al momento fuori dai programmi dell’azienda così come la Cina (dove potrebbe esserci un ripensamento) e l’Australia.

Anche perché Stephan Lefebvre si è dimostrato ben più maturo della sua giovane età, conquistando una quinta piazza grazie a un finale in crescendo. Per il resto la gara non ha offerto grandi emozioni ai piani alti della classifica, visto che Andreas Mikkelsen (Volkswagen) è riuscito a gestire senza patemi la rincorsa finale di Thierry Neuville (Hyundai) e la quarta piazza di Mads Ostberg (Ford). In queste due settimane gli appassionati (e non) faranno bene a segnarsi i nomi dei due norvegesi, dato che in Svezia proveranno a fare la voce grossa approfittando anche dell’ordine di partenza favorevole (in ordine di classifica). Ogier le sue cartucce le ha già sparate nel Principato conquistando anche i tre punti extra della Power Stage. Sordo e Tanak precedono il podio del WRC-2 dove Evans spariglia le carte tra le vetture R5 annullando il gap tecnico con le Skoda Fabia (Lappi e Kremer chiudono la top ten). Felice Re (Citroen) chiude in ventesima posizione, Fabio Andolfi (Peugeot) appena tre sotto ma con il prestigio della seconda posizione nel WRC-3 (vittoria di Veiby). De Tommaso è 24° assoluto dietro al savonese, poi anche Villa, Rossetti, Tempestini, Calì e Brazzoli raggiungono il traguardo andando a difendere il tricolore. Non si può ignorare la prova di Luca Rossetti ed Eleonora Mori che, con il risultato acquisito a Montecarlo, avranno la possibilità di disputare sei prove del WRC con una Renault Clio R3T ufficiale nell’ambito del Trofeo Europeo lanciato dal costruttore francese.

Classifica (Top ten)

  1. Ogier/Ingrassia – Volkswagen Polo R WRC – 3:49:53.1
  2. Mikkelsen/Jaeger – Volkswagen Polo R WRC – +1:54.5
  3. Neuville/Gilsoul – Hyundai I20 WRC – +3:17.9
  4. Ostberg/Floene – Ford Fiesta RS WRC – +4:47.7
  5. Lefebvre/Moreau – Citroen DS3 WRC – +7:35.6
  6. Sordo/Marti – Hyundai I20 WRC – +10:35.5
  7. Tanak/Molder – Ford Fiesta RS WRC – +11:39.9
  8. Evans/Parry – Ford Fiesta R5 – +18:30.8
  9. Lappi/Ferm – Skoda Fabia R5 – +20:41.0
  10. Kremer/Winklhofer – Skoda Fabia R5 – +20:43.9

Luca Piana


Stop&Go Communcation

“La gara di Kris (Meeke, ndr) è stata davvero fantastica. Non mi ha mai dato il tempo per rilassarmi, ma […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/01/12642578_1140578112665990_4209185416452335546_n.jpg Montecarlo – Day 4: Ogier “re” nel Principato

WRC