Ottanta chilometri suddivisi in tre prove speciali separano Sebastien Ogier e il team Volkswagen dalla seconda vittoria consecutiva dopo il trionfo in Svezia. Il francese, che nel 2011 con la Citroen perse questa gara a due speciali dal termine, a causa di un incidente per la pressione subita da Sebastien Loeb, sembra davvero pronto a scrivere il suo nome nell’albo d’oro del Rally del Messico.

Nella PS15, infatti, il suo rivale più diretto Mads Ostberg (Ford) è stato costretto al ritiro per la rottura della frizione e un problema elettrico. Il norvegese del team M-Sport di è detto particolarmente deluso di questo inconveniente, visto che occupava la seconda piazza a 40” da Ogier, ma ripartirà nell’ultima tappa grazie al Rally2 in 13° posizione con 25 minuti di ritardo.

Nella PS18 è stato poi lo stesso Ogier a perdere secondi importanti, a causa di un cancello chiuso in mezzo al percorso (probabilmente un sabotaggio compiuto dal pubblico locale). Il navigatore Julien Ingrassia è sceso dalla vettura per aprirlo e permettere all’equipaggio di proseguire la marcia trionfale.

Agli inseguitori, però, non va meglio. Detto di Ostberg, che cercherà di racimolare qualche punto per la classifica generale, Mikko Hirvonen è il rivale più pericoloso per Ogier, visto che occupa la seconda posizione a oltre tre minuti. Il finnico, rallentato da una foratura nella PS18, dovrà guardarsi alle spalle da Thierry Neuville (Ford), che intravede il suo primo podio nella serie iridata e ha uno svantaggio di solo 7″ dal vicecampione del mondo della Citroen.

Decisamente più staccati Dani Sordo (Citroen) e Nasser Al-Attiyah (Ford), che completano il quintetto di vertice. Ken Block (Ford), Chris Atkinson (Citroen), Benito Guerra (Citroen), Martin Prokop (Ford) ed Evgeny Novikov (Ford) concludono la top ten.

Nel WRC-2 sembra certo il trionfo del qatariano Al-Kuwari (Ford), che viaggia con circa sei minuti di margine su Fuchs (Mitsubishi) e Trivino (Mitsubishi). La rottura del serbatoio della benzina ha invece fermato l’equipaggio composto da Lorenzo Bertelli e Lorenzo Granai (Subaru), che non sono ripartiti per la terza tappa.

Classifica (Top 10)

01. Sebastien Ogier – Volkswagen Polo R WRC – 3:38:42.2
02. Mikko Hirvonen – Citroen DS3 WRC – +2:52.4
03. Thierry Neuville – Ford Fiesta RS WRC – +2:59.9
04. Dani Sordo – Citroen DS3 WRC – +4:45.2
05. Nasser Al-Attiyah – Ford Fiesta RS WRC – +5:33.9
06. Ken Block – Ford Fiesta RS WRC – +8:57.1
07. Chris Atkinson – Citroen DS3 WRC – +9:23.8
08. Benito Guerra – Citroen DS3 WRC – +10:00.9
09. Martin Prokop – Ford Fiesta RS WRC – +11:22.3
10. Evgeny Novikov – Ford Fiesta RS WRC – +15:41.9

Luca Piana


Stop&Go Communcation

Ottanta chilometri suddivisi in tre prove speciali separano Sebastien Ogier e il team Volkswagen dalla seconda vittoria consecutiva dopo il […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/03/ogier-wrc-100313-01.jpg Messico, Day 3: Ogier ipoteca la vittoria, ritiro per Ostberg

WRC