Sebastien Loeb ha vinto il Rally del Messico, terzo appuntamento del Mondiale. L’alsaziano, al sesto successo nella gara americana, ha confermato la sua supremazia fin dalle battute iniziali dimostrando di aver dimenticato il passo falso in Svezia di un mese fa. Loeb ha concluso la gara con il tempo complessivo di 4 ore, 15 minuti e 32 secondi, dopo aver percorso 24 prove speciali per un totale di 406,82 chilometri.

Alle spalle dell’otto volte campione del mondo si è classificato il suo compagno di squadra Mikko Hirvonen. Il finlandese, al debutto su terra con la Citroen, ha controllato la corsa senza rischiare nulla e incrementando il vantaggio nei confronti dei diretti inseguitori dopo la vittoria della PS22.

Terzo gradino del podio per Petter Solberg, che ha approfittato di un errore clamoroso del compagno di squadra Jari-Matti Latvala. Il finnico ha dimostrato per l’ennesima volta la sua poca lucidità nei momenti chiave, attaccando sulla PS22 (lunga 54 km) quando occupava la 3° posizione e capottando la Ford Fiesta. L’equipaggio è riuscito a rimettere la vettura in strada dopo aver sostituito un pneumatico, crollando però in 7° piazza nella generale. Al termine della prova Latvala si è però ritirato, dichiarando di essersi distratto dopo aver visto la vettura di Evgeny Novikov ribaltata e segnando un altro 0 pesanti nella classifica generale.

Interessante notare come Loeb abbia conquistato 11 punti (8+3 per la vittoria nella Power Stage) in una gara per lui ostica come la Svezia, mentre Latvala sia rimasto a mani vuote in due gare: a fine stagione l’alfiere della Ford potrebbe avere da recriminare.

Quarta posizione per Mads Ostberg, che ha battuto Ott Tanak nella sfida tra equipaggi della M-Sport. Il norvegese ha concluso la gara con molti problemi alla vettura, mentre l’estone ha perso la quarta posizione per dieci secondi, gli stessi che la FIA gli ha inflitto per un ritardo al controllo orario al termine della PS4. Ottimo 6° ha concluso il Principe del Qatar Nasser Al-Attiyah, che ha conuistato 8 punti alla sua seconda partecipazione con una vettura WRC. Armindo Araujo (miglior risultato della sua carriera), Sebastien Ogier, Ken Block e il locale Ricardo Trivino chiudono la top ten; 13° Thierry Neuville (vincitore della PS21, prima volta nel Mondiale).

La Power Stage è stata conquistata da Petter Solberg, davanti a Loeb e Ostberg.

Classifica

01. Loeb/Elena – Citroen DS3 WRC – 4h15:32.7
02. Hirvonen/Lehtinen – Citroen DS3 WRC – +42.4
03. Solberg/Patterson – Ford Fiesta RS WRC – +2:11.4
04. Ostberg/Andersson – Ford Fiesta RS WRC – +4:51.5
05. Tanak/Sikk – Ford Fiesta RS WRC – +5:09.0
06. Al-Attiyah/Bernacchini – Citroen DS3 WRC – +6:41.8
07. Araujo/Ramalho – Mini John Cooper Works WRC – +12:46.9
08. Ogier/Ingrassia – Skoda Fabia S2000 – +14:57.8
09. Block/Gelsomino – Ford Fiesta RS WRC – +22:26.8
10. Trivino/Haro – Mitsubishi Lancer Evo X – +23:30.7

Luca Piana


Stop&Go Communcation

Sebastien Loeb ha vinto il Rally del Messico, terzo appuntamento del Mondiale. L’alsaziano, al sesto successo nella gara americana, ha […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/03/wrc-110312-011.jpg Messico, Day 3: Loeb, sesta vittoria in Messico. Disastro Latvala

WRC