È terminato il secondo giorno del Rally del Messico e non mancano le sorprese. Il leader della gara è di nuovo Sebastian Ogier, con 10.5 secondi di vantaggio sul compagno di squadra Sebastien Loeb, penalizzato di 50 secondi a causa del suo ingresso ritardato nella PS15, complice un problema al cambio. Il 7 volte campione del mondo non si è lasciato intimorire e nelle restanti 4 prove speciali della giornata ha recuperato 40 secondi alla Citroen gemella, nonostante sia incappato in un testacoda dovuto alla foga agonistica.

Ogier è stato invece graziato dai commissari, che hanno ritenuto di non penalizzarlo dopo l’errore di venerdì nel turno di arrivo al parco assistenza.

In casa Ford sono tranquilli: Hirvonen è saldamente terzo, precedendo un Jari-Matti Latvala mai domo, tant’è vero che ha vinto la prova speciale numero 17. Il 26enne finlandese paga più di un minuto dal compagno di team ed è seguito da un brillante Petter Solberg, in rimonta dopo i problemi del venerdì.

Il distacco di “Hollywood” dalla vetta è di quasi 7 minuti: impensabile per lui un successo. Il norvegese sarà costretto ad accontentarsi della 5° posizione, ma potrebbe aumentare il bottino aggiudicandosi la Power Stage televisiva. Henning Solberg è precipitato dalla quinta alla settima piazza a causa di noie allo sterzo, che gli hanno fato persino meditare sull’ipotesi di abbandonare la corsa. Ko definitivo invece Evgeny Novikov: il talento russo aveva chiuso in 5° posizione il primo giorno, sorprendendo tutta la carovana.

“Abbiamo avuto un piccolo incidente, nel quale abbiamo danneggiato il radiatore. Peccato, spero di rifarmi in Sardegna”, è il laconico commento di Novikov, che non sfrutterà la regola del Super Rally. Al-Attiyah, Prokop e Hanninen chiudono la top ten con le loro vetture di classe S2000, e si giocano il gradino più alto del podio nell’apertura del campionato S-WRC.

Alle loro spalle, con oltre mezzora di ritardo, lo “stuntman” americano Ken Block, navigato dall’italoamericano Alex Gelsomino. Un guasto elettrico ha messo subito fuori gioco Matthew Wilson, mentre Federico Villagra è 15° dopo aver battagliato con qualche inconveniente ai freni.

Il programma di oggi prevede due prove speciali per un totale di quasi 60 chilometri, e per finire la già citata Power Stage che assegna 3 punti al vincitore, 2 al secondo classificato e un punto al terzo.

Classifica

01. Sebastien Ogier – Citroen – 3:12:52.6
02. Sebastien Loeb – Citroen – +10.5
03. Mikko Hirvonen – Ford – +1:30.4
04. Jari-Matti Latvala – Ford – +2:43.8
05. Petter Solberg – Citroen – +6:51.8
06. Mads Ostberg – Ford – +8:09.8
07. Henning Solberg – Ford – +8:41.6
08. Nasser Al-Attiyah – Ford (S2000) – +10:53.9
09. Martin Prokop – Ford (S2000) – +11:32.5
10. Juho Hanninen – Skoda (S2000) – +12:02.6

Luca Piana


Stop&Go Communcation

È terminato il secondo giorno del Rally del Messico e non mancano le sorprese. Il leader della gara è di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/wrcwrc-060311-01.jpg Messico, Day 2: È ancora duello tra Ogier e Loeb

WRC