Sebastien Loeb è il leader del Rally del Messico, terza gara del Mondiale, al termine della prima tappa. L’alsaziano ha un vantaggio di 11″2 secondi nei confronti del compagno di squadra Mikko Hirvonen, che grazie al miglior piazzamento nella Qualifying Stage partiva appena dietro di lui. L’otto volte campione del mondo si è dimostrato soddisfatto dell’andamento della gara, ma non nasconde le sue preoccupazioni.

“È andata bene, ma credo che adesso faremo qualche modifica al setup per provare ad andare più forte. Mikko (Hirvonen, ndr) e Latvala stanno viaggiando veloci e mi aspetto una grande battaglia”.

In terza posizione virtuale c’è il norvegese Mads Ostberg, sempre molto regolare con la Ford Fiesta RS WRC del team Adapta, che ha approfittato dei problemi avuti dalle vetture ufficiali del team M-Sport: Jari-Matti Latvala (4°) e Petter Solberg (5°) sono stati perseguitati dalla sfortuna fin dai primi chilometri. Il finlandese ha perso un minuto nella PS4 per la rottura di una sospensione, il norvegese, vincitore della prova-spettacolo di apertura, ha rimediato due forature.

Il loro distacco dalla vetta si aggira sul minuto e mezzo. Solberg, inoltre, è tallonato da Ott Tanak, che sta ben impressionando nonostante sia alla seconda partecipazione in questo evento, e per la prima volta su una World Rally Car. Il 24enne estone ha però subito una penalità di 10 secondi per aver tardato di un minuto al controllo orario. Evgeny Novikov, Chris Atkinson (vincitore della PS12, al rientro sulla scena iridata dopo 3 anni), Nasser Al-Attiyah e Armindo Araujo chiudono la top ten; 11° Sebastien Ogier con la Skoda Fabia S2000 del team Volkswagen Motorsport, che patisce particolarmente l’altitudine a livello motoristico.

Tra i ritiri, il brasiliano della Mini Paulo Nobre si è capottato e dovrebbe ripartire domani, mentre Thierry Neuville ha urtato una roccia dopo un avvio promettente. Il belga è stato pure vittima di un torto irreparabile: un tifoso presente sulle speciali ha lanciato una pietra sul parabrezza della sua DS3, mandandolo in frantumi. Nessuna conseguenza fisica né per Neuville né per il navigatore Gisoul, ma corsa compromessa e tanta paura per l’equipaggio. Gli organizzatori hanno cancellato la PS9, ovvero la ripetizione pomeridiana della speciali, ma al momento non sono stati presi provvedimenti nei confronti dell’autore di questo gesto davvero stupido.

Oggi sono in programma 8 prove speciali; la prima partirà alle 13:54 ora italiana e l’ultima alle 0:23 per un totale di oltre 100 km, nonostante vengano disputate due super sSpeciali di 2200 metri.

Classifica

01. Loeb/Elena (Citroen DS3 WRC) 1:24:46.4
02. Hirvonen/Lehtinen (Citroen DS3 WRC) +11.2
03. Ostberg/Andersson (Ford Fiesta RS WRC) +1:11.9
04. Latvala/Anttila (Ford Fiesta RS WRC) +1:27.9
05. Solberg/Patterson (Ford Fiesta RS WRC) +1:35.4
06. Tanak/Sikk (Ford Fiesta RS WRC) +1:36.7
07. Novikov/Giraudet (Ford Fiesta RS WRC) +2:33.7
09. Al-Attiyah/Bernacchini (Citroen DS3 WRC) +2:49.0
10. Araujo/Ramalho (MINI John Cooper Works WRC) +3:30.2

Luca Piana


Stop&Go Communcation

Sebastien Loeb è il leader del Rally del Messico, terza gara del Mondiale, al termine della prima tappa. L’alsaziano ha […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/03/wrc-100312-01.jpg Messico, Day 1: Loeb e Hirvonen dettano il passo, Ford in difficoltà

WRC