Il round in Portogallo in programma a fine mese potrebbe davvero rivelarsi un momento storico per il Mondiale Rally. Oltre al ritorno del marchio Mini (inizialmente in classe S2000), è atteso infatti l’annuncio dell’ingresso nel 2012 da parte della Volkswagen: la casa tedesca, dopo lunghi mesi di indiscrezioni, potrebbe ufficializzare il suo nuovo progetto agonistico attraverso il ds Kris Nissen. Il programma prevederebbe una annata di esordio composta soltanto di alcuni appuntamenti selezionati, in vista di una presenza a tempo pieno dal 2013 in poi.

Ad anticiparlo è stato il quotidiano As, secondo cui la vettura scelta come “base” è la Polo (si era anche parlato della coupé Scirocco). Per motivi quantomeno commerciali, in ogni caso, la Segmento B di Wolfsburg appare senza dubbio più adatta allo scopo, visto che Citroen DS3 e Ford Fiesta, ma anche la stessa Mini Countryman, appartengono allo stesso segmento di mercato.

Negli anni scorsi la vecchia generazione della Polo era stata peraltro trasformata in Super 2000 da parte della filiale sudafricana, compiendo inoltre qualche apparizione nell’IRC: il Gruppo VAG, per questa categoria, ha preferito però investire sul marchio Skoda, conquistando lo scorso anno il titolo.

L’ingresso nel WRC coinciderebbe con il disimpegno immediato, almeno in forma diretta, dalla Dakar e dalle altre gare raid, dopo i tanti successi ottenuti con la Race Touareg e Carlos Sainz.

Proprio il pilota spagnolo potrebbe avere un ruolo attivo in questa avventura: non al volante, ma in qualità di consulente della squadra. I rumours parlano di una mega-offerta avanzata a Sebastien Loeb per diventare l’alfiere di punta. Il contratto del francese con la Citroen scade del resto alla fine di quest’anno…


Stop&Go Communcation

Il round in Portogallo in programma a fine mese potrebbe davvero rivelarsi un momento storico per il Mondiale Rally. Oltre […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/wrcwrc-020311-04.jpg In Portogallo si attende l’annuncio della Volkswagen nel WRC

WRC