A meno di dieci giorni dall’inizio del Mondiale Rally, la FIA deve fare i conti con l’assenza di una società promotrice. Venerdì scorso la Federazione ha comunicato sul proprio sito la risoluzione anticipata del contratto con North One Sport, l’ormai ex detentrice dei diritti commerciali del campionato.

La FIA è stata costretta a prendere questo provvedimento visto che i vertici della NOS hanno ammesso di non poter adempiere ai propri obblighi contrattuali e che non avrebbero potuto fornire la promozione nel 2012. La North One Sport viaggia da diversi mesi in regime di amministrazione controllata, dopo l’arresto del boss Vladimir Antonov, e una spesa onerosa come quella richiesta del WRC non rappresenta un toccasana per la televisione americana.

La FIA ha confermato di aver ricevuto 7 proposte (tra queste, Red Bull, Eurosport, BSkyB) ma di non aver ancora concluso nessuna trattativa. Si è parlato anche di un fondo di investitori del Qatar, che avrebbero cercato di salvare North One, ma da Parigi è arrivato il rifiuto a qualsiasi trattativa con i vecchi partner.

In prima fila resta Eurosport, che inizialmente ha trattato il Rally di Montecarlo e quello di Svezia singolarmente, salvo poi interessarsi alla vicenda e presentare un’offerta che potrebbe portare IRC e WRC sulla stessa piattaforma televisiva. Secondo i media britannici, la Mini ha confermato il suo impegno nel Mondiale dopo aver ricevuto assicurazioni precise sul nuovo promotore.

La vicenda dovrà essere chiarita al più presto, visto che è in ballo un ruolo cruciale per le sorti del campionato; è infatti il promotore a occuparsi della produzione televisiva e del servizio di “timing”. Verso metà settimana è previsto un nuovo comunicato da parte della FIA, che dovrebbe annunciare la nuova società promotrice e fornirà nuove indicazioni sulle Power Stage (dovrebbero essere nuovamente trasmesse in chiaro) e sulla diffusione delle immagini (Nokia dovrebbe finanziare alcune dirette streaming).

Luca Piana


Stop&Go Communcation

A meno di dieci giorni dall’inizio del Mondiale Rally, la FIA deve fare i conti con l’assenza di una società […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/02/wrcwrc-090112-01.jpg Il nuovo promoter del Mondiale Rally è ancora in discussione

WRC