L’estate è tempo di esami per i giovani studenti che frequentano le scuole medie e superiori, ma è tempo di esami anche per i piloti del Mondiale Rally 2011, impegnati nel massacrante appuntamento dell’Acropoli.

A vincere è stato l’ottimo Sebastien Ogier, ventottenne talento della Citroen che ha battuto sul filo di lana il compagno di squadra plurititolato Sebastian Loeb, che si è accontentato della seconda piazza che porta comunque punti d’oro per la classifica generale. Forse a Loeb è seccata di più la sconfitta nella Power Stage, in cui il suo connazionale ha avuto ancora la meglio.

Terza piazza per Mikko Hirvonen, che è riuscito ad avere ragione di Petter Solberg al termine di una battaglia folle. A rischiare di più è stato il portacolori della Ford, che in più di un occasione ha messo le ruote fuori dal percorso, mentre il norvegese è stato penalizzato dal suo ruolo di apripista.

Quinta posizione per il fratello di Petter, Henning, che ha preceduto Matthew Wilson e Kimi Raikkonen. A loro, più che il ritardo dalla vetta (cinque minuti da da Ogier per Solberg senior)  si contesta la “prudenza” con la quale hanno affrontato l’ultima giornata, simbolo di una contesa in realtà mai nata.

Out le due Mini Countryman WRC di Araujo e Oliveira, per Juho Hanninen è stato facile raggiungere l’ottava piazza e il primo posto tra le S2000 iscritte al Mondiale di categoria. Alle sue spalle si è classificato Jari-Matti Latvala, driver ufficiale Ford martoriato da problemi al turbo nella prima giornata e incapace di rimediare al distacco subito alla fine della prima tappa. Chiude la top ten Dennis Kuipers. Dodicesima posizione invece per Mads Ostberg, che sembra aver perso lo smalto di inizio stagione. L’italiano Carlo Covi, su Subaru Impreza WRC, è giunto al traguardo 30°.

Adesso il circus iridato spegne i motori per un mese e mezzo, pronto a torna a fine luglio in Finlandia, a casa dei piloti della Ford. Con questa debacle in Grecia è normale considerare Latvala seconda guida e sarà interessante vedere se sarà disposto ad aiutare il compagno di team a vincere per continuare a credere nel titolo piloti. Hirvonen (129 punti) è secondo alle spalle di Loeb (146) ed è braccato da Ogier (124).

Una considerazione sulla gara in vista del futuro: i grandi protagonisti del week-end sono stati Sebastien Loeb e Petter Solberg, con il primo che potrebbe prendere la via di Le Mans nel 2012 e il secondo che rischia di dover svezzare la Mini o la futura Volkswagen Polo. Va bene avere nuovi costruttori, ma certi fenomeni nascono una volta ogni dieci anni.

Classifica

01. Sebastien Ogier – Citroen – 4:04:44.3
02. Sebastien Loeb – Citroen – +10.5
03. Mikko Hirvonen – Ford – +13.5
04. Petter Solberg – Citroen – +38.8
05. Henning Solberg – Ford – +5:24.7
06. Matthew Wilson – Ford – +6:54.7
07. Kimi Raikkonen – Citroen – +8:29.4
08. Juho Hanninen – Skoda (S2000) – +11:34.7
09. Jari-Matti Latvala Ford – +13:08.8
10. Dennis Kuipers – Ford – +15:10.1

Luca Piana


Stop&Go Communcation

L’estate è tempo di esami per i giovani studenti che frequentano le scuole medie e superiori, ma è tempo di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/wrcwrc-190611-01.jpg Grecia, Final Day: Ogier vince rally e Power Stage. Podio per Loeb e Hirvonen

WRC