Il Mondiale Rally 2011 verrà ricordato come il primo con le vetture di nuova generazione e per un calendario che riporta con la mente alle gare di venti anni fa, quando a correre erano le “mitiche” Gruppo B.

In questo week-end in Grecia, i piloti stanno mettendo a dura prova le auto a causa del fondo sconnesso delle prove speciali, con sassi in mezzo alla strada che favoriscono le vetture che partono dietro, mentre i primi devono letteralmente pulire le strade. Il primo leader della corsa è così Petter Solberg. Il norvegese, con la sua Citroen privata, è stato fino ad ora il più costante, bravo a non commettere alcun errore nonostante Jari-Matti Latvala lo pressasse da vicino. Il finnico della Ford ha retto fino all’ultima PS di giornata, quando la rottura di un differenziale ha compromesso il suo cammino relegandolo in ottava posizione.

Ne approfitta quindi Sebastien Loeb, che alla viglia ha dichiarato di voler tornare a casa con un buon punteggio dall’Acropoli, ma che non farà follie per vincere. Tra l’altro, in quanto il leader della generale, questa mattina il sette volte campione del mondo è partito per primo con la sua DS3, compiendo di fatto un mezzo miracolo nell’essere così ben piazzato.

Alle sue spalle due concorrento che hanno confermato senza peli sulla lingua di fare pretattica in vista di domani. Si tratta di Mikko Hirvonen e Sebastien Ogier, che si sono garantiti una buona posizione di partenza per domani.

Quinta è Henning Solberg che, come il fratello Petter, sembra davvero in forma visto che paga poco più di un minuto e mezzo dalla vetta. Ottima anche la sesta posizione di Mattew Wilson, spronato dal padre Malcolm a ottenere un importante risultato visto che il suo budget sta per terminare e rischia di guardare i prossimi round dal televisore…

I primi con le vetture S2000 sono Ott Tanak (7°) e Juho Hanninen (9°), separati dal già citato Latvala. Chiude la top ten il rientrante Kimi Raikkonen, in grande difficoltà nella mattinata a causa della rottura del servosterzo della sua Citroen 3 griffata Ice 1 Racing.

Alle sue spalle si sono classificate molte altre auto di classe S2000, visto che le restanti WRC iscritte si sono ritirate o hanno avuto gravi problemi: è il caso di Peter Van Merksteijn Jr, che ha parcheggiato sul ciglio della strada dopo essere incappato in un incidente. La Mini Countryman meglio inserita in graduatoria è quella di Armindo Araujo, 16°, mentre Daniel Oliveira è solo 24°.

Presente in Grecia pure Dani Sordo, driver ufficiale Mini, che in ricognizione ha testato la sua vettura insieme agli altri piloti in vista del prossimo anno.

Domani sono in programma sette prove speciali, l’ultima delle quali inizierà attorno alle 21:30.

Classifica

01. P.Solberg/Patterson (Citroen DS3 WRC) in 1:39:24.2
02. Loeb/Elena (Citroen DS3 WRC) a 51.6
03. Hirvonen/Lehtinen (Ford Fiesta WRC) a 55.3
04. Ogier/Ingrassia (Citroen DS3 WRC) a 57.2
05. H.Solberg/Minor (Ford Fiesta WRC) a 1:43.2
06. Wilson/Martin (Ford Fiesta WRC) a 2:27.7
07. Tanak/Sikk (Ford Fiesta S2000) a 3:32.4
08. Latvala/Anttila (Ford Fiesta WRC) a 3:55.0
09. Hanninen/Markkula (Skoda Fabia S2000) a 4:01.6
10. Raikkonen/Lindstrom (Citroen DS3 WRC) a 4:04.7

Luca Piana


Stop&Go Communcation

Il Mondiale Rally 2011 verrà ricordato come il primo con le vetture di nuova generazione e per un calendario che […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/wrcwrc-170611-01.jpg Grecia, Day 1: Un Petter Solberg in forma smagliante detta il ritmo

WRC