Se lo dice lui, c’è da crederci: Giandomenico Basso è convinto che il Rally di Bulgaria sia un evento unico per il Mondiale, ritenendolo uno dei migliori in assoluto della categoria.

Avendoci vinto qui nel 2005, 2006 e 2009 a bordo della Grande Punto Abarth, quando il Rally di Bulgaria era ancora a livello continentale, Basso non si è tirato indietro davanti ai media dispensando qualche segreto sempre ben accetto ai nuovi arrivati.

“Ci sono molti Rally in Italia che non si differenziano molto da quello bulgaro, che riguarderà soprattutto i veri specialisti e non sarà facile per i piloti del WRC. Le prove varieranno molto grazie ad un interessante mix di superficie e larghezza per cui sarà difficile impostare un certo ritmo, quindi si rivelerà una grande sfida. Piacerà a tutti, sono sicuro che molti saranno disposti ad attaccare per cercare il giusto feeling con le strade finora sconosciute. Verrà richiesto molto impegno e darà un po’ di vitalità rispetto agli altri eventi del WRC”, ha detto Basso.

“Come profilo assomiglia un po’ al Rally di Montecarlo: si va su una montagna e si scende di nuovo o si procede per una valle e via ancora fuori. L’asfalto vecchio e dissestato, inoltre, potrebbe garantire anche del buon grip sull’asciutto”, ha concluso Basso.

Stefano Chinappi

 


Stop&Go Communcation

Se lo dice lui, c’è da crederci: Giandomenico Basso è convinto che il Rally di Bulgaria sia un evento unico […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/wrc00_basso1.jpg Giandomenico Basso svela i segreti del Rally di Bulgaria: “Garantirà spettacolo e sarà una sorpresa per tutti”

WRC