Dodici vittorie su tredici appuntamenti iridati. Basterebbe questo dato per esaltare lo strapotere di Volkswagen nel Mondiale – solo Kris Meeke (Citroen) è riuscito a interrompere la striscia positiva in Argentina – e l’ottavo successo stagionale di Sebastien Ogier lascia agli avversari ben poco da recriminare.

Questa volta il campione del mondo non ha sbagliato nulla fino all’ultimo metro dell’ultima prova speciale, salvo poi ribadire i concetti già espressi ieri sera. “Abbiamo parlato con il team – dice il transalpino -. Era giusto proseguire la gara per non darla vinta agli attentatori di Parigi, ma il nostro pensiero (anche quello del navigatore Julien Ingrassia, ndr) era altrove. Il risultato in questo caso conta poco“. Bandiera francese per il vincitore, davvero coerente assieme alla Volkswagen nel limitare le celebrazioni post-gara. Si adegua al clima di rispetto anche Kris Meeke (Citroen), uno che avrebbe avuto di che festeggiare quello splendido secondo posto nella gara di casa che potrebbe regalargli un posto ufficiale nel team anche nel 2016. Si vedrà, il mercato è già in fermento e se da un lato Yves Matton conferma a parole il britannico e Ostberg (settimo al traguardo) per la prossima stagione, dall’altra arriva l’apertura a Robert Kubica (Ford; nono classificato) in un team “B” con la DS3 WRC di ultima generazione. Si vedrà…

Assaggia ancora il sapore dello champagne Andreas Mikkelsen (Volkswagen), terzo classificato a 10 secondi da Meeke. Se in Spagna il norvegese aveva conquistato una vittoria last minute, in Galles la medaglia di bronzo rappresenta una solida realtà per il giovane ex campione intercontinentale, pronto alla seconda Polo R WRC a partire dal 2017. Sordo brucia Paddon nella sfida interna in casa Hyundai per la quarta posizione, trovano un posto in top ten anche Elfyn Evans (Ford), Stephane Lefebvre (Citroen) e Lorenzo Bertelli (Ford). Suninen (Skoda), Camilli (Ford) e Breen (Peugeot) formano la top 3 nel WRC-2, uno splendido Fabio Andolfi (Peugeot 208 R2; navigatore Simone Scattolin) vince il WRC-3 davanti a Quentin Gilbert (Citroen) e Max Vatanen (Ford). Il portacolori dell’Aci Team Italia meriterebbe fiducia anche nella prossima stagione – così come Damiano De Tommaso -, magari già a partire dal “vicino” Rally di Montecarlo del prossimo gennaio.

Classifica (Top ten)

  1. Ogier/Ingrassia – Volkswagen Polo R WRC – 3:03:02.0
  2. Meeke/Nagle – Citroen DS3 WRC – +26.0
  3. Mikkelsen/Floene – Volkswagen Polo R WRC – +36.2
  4. Sordo/Marti – Hyundai I20 WRC – +2:51.3
  5. Paddon/Kennard – Hyundai I20 WRC – +3:00.5
  6. Evans/Barritt – Ford Fiesta RS WRC – +3:09.1
  7. Ostberg/Andersson – Citroen DS3 WRC – +4:28.4
  8. Lefebvre/Prevot – Citroen DS3 WRC – +5:38.4
  9. Kubica/Sczcpaniak – Ford Fiesta RS WRC – +6:22.7
  10. Bertelli/Granai – Ford Fiesta RS WRC – +8:05.0

Luca Piana


Stop&Go Communcation

Dodici vittorie su tredici appuntamenti iridati. Basterebbe questo dato per esaltare lo strapotere di Volkswagen nel Mondiale – solo Kris […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/11/11040942_1103315823058886_3649239455855622420_n.jpg Galles – Day 3: Ogier dedica il successo alle vittime di Parigi, Andolfi super

WRC