I Costruttori iscritti al Mondiale Rally sono sul piede di guerra. L’assenza di un promoter e il rifiuto della FIA alla richiesta di sostituire alcune gare del calendario con nuove nazioni ha scatenato le ire di Ford e Volkswagen. La casa americana, soprattutto, starebbe valutando l’opportunità di lasciare la serie a fine 2013, data di scadenza del contratto, per passare all’IRC. La notizia è amplificata dalle dichiarazioni di Gerard Quinn, responsabile delle attività europee per Ford Motorsport.

“La FIA non si rende conto che a sei mesi dall’inizio della nuova stagione manca il promoter”, ha dichiarato Quinn. “Dopo due anni di collaborazione con North One Sport eravamo arrivati a fare un ottimo lavoro, mentre adesso siamo tornati al punto di prima”.

Da qui l’idea di passare all’IRC dal 2014, serie commerciale gestita direttamente da Eurosport. “L’IRC è un classico esempio di come un campionato può essere eseguito in modo efficace e mantenere le sue promesse”, ha aggiunto Quinn. “L’Intercontinental Rally Challenge ha compiuto enormi progressi negli ultimi anni e la cosa fondamentale è che è in televisione ed è disponibile al grande pubblico attraverso Internet e attraverso i social media. E’ semplice e di successo. La Ford non abbandonerà la nave che affonda, saremo nel Mondiale anche il prossimo anno. Per il 2014 abbiamo diverse opzioni, una di queste è l’IRC”.

Il nome del promoter sarà reso noto dalla FIA  a settembre. Tra le aziende coinvolte circola anche il nome di Eurosport, che potrebbe rinunciare all’IRC (o raddoppiare l’offerta rallistica) e trattare in prima persona con Ford.

Luca Piana


Stop&Go Communcation

I Costruttori iscritti al Mondiale Rally sono sul piede di guerra. L’assenza di un promoter e il rifiuto della FIA […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/wrc-050712-02.jpg Ford considera il passaggio all’IRC dal 2014

WRC