I cambi in corsa non sono mai piaciuti troppo a Jean Todt, grande capo della FIA, ma in questo caso si sono resi necessari. E così, dopo solo tre gare (Montecarlo, Svezia e Messico) e alla vigilia del Rally di Portogallo, è stato deciso di modificare le regole dello shakedown e della Power Stage nelle gare del Mondiale.

Si cambia fin dalle prime battute della gara. Gli equipaggi prioritari (P1 e P2) avranno a disposizione solo due passaggi (obbligatori) sul percorso dello shakedown, pere evitare strategie da parte dei piloti. La FIA ha infatti deciso di dimezzare il numero dei passaggi (quattro fino al Messico, due a partire dal Portogallo) per evitare che i piloti decidano di preservare le gomme negli ultimi due passaggi, in vista della gara. Per lo shakedown , gli equipaggi sono stati costretti a effettuare un minimo di quattro passaggi a inizio stagione . Tuttavia , alcuni piloti avevano scelto di fornire alcuni passaggi di preservare le gomme per il rally.

Piccoli cambiamenti anche per la Power Stage, che a partire dal Rally del Portogallo darà la possibilità anche agli equipaggi ripartiti grazie alla regola del Rally-2 di prendere i punti extra (3 al primo, 2 al secondo e 1 al terzo) nella prova nata 4 anni fa e proposta dalla FIA per la diretta televisiva. Allo scorso Rally del Messico Mads Ostberg, ritiratosi nel corso della seconda tappa quando era in testa, aveva apertamente criticato questa regola in vigore.

Luca Piana


Stop&Go Communcation

I cambi in corsa non sono mai piaciuti troppo a Jean Todt, grande capo della FIA, ma in questo caso […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/03/ogier-celebrates-after-finishing-the-power-stage-1024x682.jpg Cambiano i regolamenti per lo shakedown e per la power stage

WRC