Settima meraviglia per Sebastien Loeb in Argentina: come previsto, il pilota francese ha vinto ancora una volta l’appuntamento in terra sudamericana, conquistando la sua 70esima affermazione nel Mondiale Rally e consolidando la leadership in classifica generale.

Una gara massacrante quella di questo weekend, la più lunga da parecchio tempo nella storia del campionato con ben 500 chilometri cronometrati. Una dimostrazione di forza per il binomio Loeb-Citroen, dopo la debacle dell’alsaziano e e la squalifica di Mikko Hirvonen (privato del successo) in Portogallo.

Proprio il finlandese ha completato il bottino pieno per il Double Chevron grazie al 2° posto. Già dopo la seconda tappa la squadra diretta da Yves Matton aveva deciso di congelare le posizioni, facendo sì che per Loeb e Hirvonen le ultime sei prove speciali fossero (quasi) ordinaria amministrazione.

Sul terzo gradino del podio, invece, è salito in extremis Mads Ostberg. Il norvegese ha approfittato dell’incredibile colpo di sfortuna di Dani Sordo, che proprio nella Power Stage è rimasto fermo per un guasto all’alternatore. Lo spagnolo, presente qui come sostituto dell’infortunato Latvala sulla Ford ufficiale, torna perciò a casa a mani vuote, ma dimostrando la propria competitività.

4° piazza per Martin Prokop, che con la Fiesta gommata D-Mack centra il miglior risultato in carriera, davanti a un altrettanto valido Thierry Neuville: il rookie belga sta facendo progressi a vista d’occhio su terra al volante della DS3. Entrambi hanno usufruito durante il weekend della regola del Rally 2 per ripartire dopo essere incappati nel ritiro, così come Petter Solberg (6° in rimonta), Evgeny Novikov, Nasser Al-Attiyah e Ott Tanak, giunti tutti in top 10.

Punti assoluti anche per Sebastien Ogier con la Skoda Fabia S2000 di Volkswagen Motorsport. Il transalpino, 7°, ha lottato duramente con la vettura gemella di Andreas Mikkelsen, fino a quando il campione in carica dell’IRC non ha patito la rottura della sospensione anteriore destra in PS15, alzando bandiera bianca.

11° ha chiuso Benito Guerra su Mitsubishi Lancer, aggiudicandosi il successo (e la vetta in graduatoria) nel Mondiale Produzione. Alle sue spalle l’ex F1 Eliseo Salazar, 12° sulla migliore delle Mini WRC iscritte. Poca fortuna per gli alfieri del team Motorsport Italia, Paulo Nobre e Armindo Araujo.

Prossimo appuntamento fra un mese, dal 25 al 27 maggio, sulle strade sterrate della Grecia.

Classifica

01. Sebastien Loeb – Citroen DS3 WRC – 5:34:38.8
02. Mikko Hirvonen – Citroen DS3 WRC- +15.2
03. Mads Ostberg – Ford Fiesta RS WRC – +3:10.4
04. Martin Prokop – Ford Fiesta RS WRC – +9:45.3
05. Thierry Neuville – Citroen DS3 WRC – +11:17.6
06. Petter Solberg Ford Fiesta RS WRC – +12:02.2
07. Sebastien Ogier – Skoda Fabia S2000 – +12:25.3
08. Evgeny Novikov – Ford Fiesta RS WRC – +21:10.2
09. Nasser Al-Attiyah – Citroen DS3 WRC – +28:22.6
10. Ott Tanak – Ford Fiesta RS WRC – +37:19.5


Stop&Go Communcation

Settima meraviglia per Sebastien Loeb in Argentina: come previsto, il pilota francese ha vinto ancora una volta l’appuntamento in terra […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/wrc-290412-02.jpg Argentina, Day 3: 70esima vittoria iridata per Loeb, doppietta Citroen

WRC