In attesa del promoter, che verrà annunciato a settembre, la FIA ha reso noto che è stato raggiunto un accordo con la EBU (European Broadcasting Union) per la produzione e distribuzione di filmati della stagione in corso del Mondiale Rally.

Il contratto tra le parti è già stato firmato a marzo, e secondo la Federazione ha portato ad un notevole incremento di appassionati al campionato. Di conseguenza è stata rinnovata la fiducia al consorzio televisivo continentale, almeno fino alla fine del 2012.

“L’EBU in questi mesi ha garantito la distribuzione del FIA World Rally Championship in maniera efficiente, in particolare grazie ai solidi legami con i suoi membri, ma anche impegnandosi con altre emittenti. Oltre al rinnovo degli accordi con i partner televisivi precedenti, è stata in grado di aggiungere nuove reti di collegamento prestigiose, tra cui la Rai in Italia, la TVE in Spagna e SVT in Svezia, garantendo una copertura completa in tutto il mondo”, si legge nella nota diffusa dalla FIA.

Per quanto riguarda il ruolo del promoter, è stato annunciato che verrà svelato in occasione del Consiglio Mondiale di settembre. In ballo ci sono le solite candidate, tra cui Red Bull TV, Eurosport e NOS (North One Sport).

Senza sbilanciarsi, la FIA ha dichiarato che sarà una grande società di telecomunicazioni a occuparsene, in modo da invogliare nuovi costruttori a prendere parte al WRC.

Luca Piana


Stop&Go Communcation

In attesa del promoter, che verrà annunciato a settembre, la FIA ha reso noto che è stato raggiunto un accordo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/wrc-030712-02.jpg Alla EBU la produzione televisiva fino a fine stagione

WRC