Pole e terza vittoria della stagione per Giovanni Berton. A Vallelunga il giovane veneto ha portato in trionfo in Gara 1 la M3 E92 del Team BMW Dinamic, che ha potuto festeggiare una doppietta grazie al secondo posto messo a segno da Max Mugelli.

Ma sul circuito laziale è arrivata anche la conferma del titolo della International Series, che è stato matematicamente conquistato da Gianni Morbidelli (Audi), al quale è bastato il terzo piazzamento per chiudere definitivamente i giochi. Alle sue spalle hanno concluso Andrea Larini e Vitantonio Liuzzi. Proprio quest’ultimo ha conquistato quei punti necessari a proclamare in anticipo la Mercedes-AMG Romeo Ferraris campione 2013 nella classifica Team. Una festa che non è stata però completata da un podio quasi certo fino a due tornate dall’arrivo di Thomas Biagi, costretto viceversa al ritiro nelle fasi finali a causa di un problema meccanico.

Tante emozioni, dunque, per questa prima delle due gare di un “caldissimo” weekend, che non ha mancato di riservare spettacolo al numeroso pubblico accorso sulle tribune di Vallelunga. Un weekend iniziato con i migliori auspici anche per i colori Chevrolet-Solaris Motorsport, con il sesto posto della Lumina del rientrante Domenico Schiattarella ed il settimo della Camaro di Francesco Sini.

Berton mantiene la prima posizione di partenza al via davanti all’altra Bmw di Mugelli. Ma ad entusiasmare sono subito anche le due Mercedes di Biagi e Liuzzi, che si pertanto rispettivamente in terza e quarta posizione precedendo Morbidelli. Quest’ultimo al Tornantino, nel corso del primo giro, riesce ad avere la meglio su Liuzzi. L’abruzzese prova con successo a resistere, ma nella seconda tornata deve definitivamente cedere il passo al leader del campionato, dovendosi poi difendere dagli attacchi dell’altra Audi di Andrea Larini.

Alla “Roma” il toscano balza davanti, ma Liuzzi in rettilineo si riprende la posizione, per poi restituirla nuovamente all’ingresso del Semaforo. Larini a questo punto inizia a prendere progressivamente il largo. La situazione comincia dunque a definirsi, ma nelle fasi finali è Morbidelli ad esercitare un’azione di “pressing” nei confronti di Biagi, inesorabilmente fermo per un problema meccanico a soli due giri dalla bandiera a scacchi. Per le BMW si concretizza invece l’uno-due. Morbidelli sale sul gradino più basso del podio ed è campione.

“Sono contentissimo di questo importante risultato – ha dichiarato Gianni Morbidelli – Il quinto titolo in SUPERSTARS è una soddisfazione che mi riempie di gioia. Devo tantissimo alla mia squadra che quest’anno mi ha dato una vettura affidabile al cento per cento. Adesso in Gara 2 sarà molto più rilassato e punterò a “dar noia” alle BMW a cui faccio i complimenti”.

Gara 1 (top-5): 1. Giovanni Berton (BMW M3 E92) 16 giri in 27’39”604; 2. Max Mugelli (BMW M3 E92) 3”268; 3. Gianni Morbidelli (Audi RS5) 6”934; 4. Andrea Larini (Audi RS5) 11”908; 5. Vitantonio Liuzzi (Mercedes C63 AMG) 22”776.

International Series (top-5): 1. Morbidelli 226; 2. Biagi 181; 3. Liuzzi 178; 4. Berton 174; 5. Ferrara 127.


Stop&Go Communcation

Pole e terza vittoria della stagione per Giovanni Berton. A Vallelunga il giovane veneto ha portato in trionfo in Gara […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/10/berton-morbidellijpgdgfhf.jpg Superstars – Vallelunga, Gara 1: Doppietta BMW con Berton-Mugelli. Morbidelli campione