La Superstars ha offerto il consueto grande spettacolo anche in Gara 2, con tanti sorpassi e lotte senza esclusione di colpi tra i protagonisti. Alla fine l'ha spuntata un Max Pigoli in formissima, autore di una gara senza sbavature che gli ha permesso di vincere davanti ad un motivatissimo Thomas Biagi e ad un ottimo Alberto Cola, al secondo podio consecutivo. Riviviamo insieme le grandi emozioni della seconda manche di Imola: 

Filippo Zadotti partiva in pole position per effetto della griglia invertita nella seconda gara ma per un problema all'idroguida deve fermarsi ai box. Il suo compagno di squadra Johnny Herbert non può partire a causa di un problema alla trasmissione.

Grande start di Del Castello che passa in testa davanti a Pigoli e la BMW di Gianni Morbidelli. Cressoni è in quarta posizione davanti a Papini, Sini, Biagi e Cola.

Alla Villeneuve Pigoli tenta subito un attacco ma con grande esperienza il pilota della Cadillac riesce a rimanere in testa. Morbidelli cerca di mantenere il passo del duo di testa ma per il momento è leggermente staccato.

Nel frattempo Biagi e Cola sopravanzano Sini e si portano rispettivamente settimo e ottavo. Al terzo giro Pigoli si fa sempre più determinato, ma dovrà aspettare il quarto passaggio per poter sopravanzare il pilota della Cadillac e portarsi in testa. Frattanto Morbidelli comincia a ridurre il proprio gap nei confronti dei primi ed accenna a mettersi in scia a Del Castello. Al quinto lap Biagi supera Papini alla Villeneuve e si porta in quinta posizione, lanciandosi all'inseguimento di Cressoni, quarto con la sua Jaguar XF della Ferlito Motors. Al sesto giro il pilota della BMW trova un pertugio e supera Cressoni, piazzandosi quarto.

Morbidelli ha difficoltà a superare Del Castello anche a causa della maggior potenza della Cadillac, ma nel misto inizia a tentare azioni di disturbo nei confronti dell'esperto Del Castello. Intanto la lotta per la quinta posizione si infiamma, con Cressoni impegnato a difendersi dagli attacchi di Cola e Papini, con il primo che riesce a superare la Jaguar al Tamburello.

Il trio di testa è ormai molto compatto, con i piloti staccati di meno di un secondo. All'inizio del nono giro Del Castello tenta l'attacco a Pigoli al Tamburello, toccando la Mercedes e danneggiando l'anteriore sinistra. La Cadillac procede lentissima per poi fermarsi ai box a causa di una foratura, mentre Morbidelli approfitta del duello e si avvicina ulteriormente.

Pigoli è dunque sempre in testa, davanti a Morbidelli e ad un Thomas Biagi che si è avvicinato moltissimo al duo di testa, fino a portare il distacco a meno di 2 secondi. La miglior velocità di punta della Mercedes fa sì che Pigoli possa "respirare" nella prima parte del tracciato, ma "Morbido" non molla e rimane attaccato alla Mercedes della Romeo Ferraris.

Siamo ormai all'undicesimo giro e Thomas Biagi ha ormai raggiunto Morbidelli. Il tre volte campione del Superstars commette un errore al Tamburello, va in testacoda e si insabbia, terminando un weekend da dimenticare nella ghiaia della prima curva. Da segnalare, nel frattempo, la lenta ma costante rimonta di Ferrara, quinto davanti ad un ottimo Montanari.

Biagi è determinatissimo e cerca di infastidire Pigoli in tutti i modi, ma il pilota della Mercedes chiude tutte le porte. All'ultimo giro Biagi passa sul traguardo con meno di mezzo secondo di distacco dalla C63 AMG. La vettura della Romeo Ferraris rimane comunque in testa, nonostante i continui attacchi del vincitore di Gara 1, e conquista una meritatissima vittoria. Alle spalle di Pigoli, dunque, la BMW M3 di Thomas Biagi, con Cola ancora una volta al terzo posto. Quarta piazza per Cressoni, seguito da Sini, Caldarola, Cappellari, Ferrara (scivolato quinto nel corso dell'ultimo giro dopo un contatto), Romagnoli e Ghedina. Montanari taglia il traguardo in 11esima posizione con evidenti i segni del contatto con Ferrara sulla sua BMW M3 E92.

La classifica di campionato vedere ora Pigoli in testa con 60 punti, davanti a Biagi (57) e l'ex leader di campionato Luigi Ferrara a 46 punti.

Max Pigoli – Mercedes C63 AMG – Romeo Ferraris:

"Grazie ai ragazzi, sono molto emozionato. Siamo stati protagonisti di lotte abbastanza corrette, anche se io sono stato un po' troppo "cattivo" al primo giro e Del Castello ha sbagliato toccandomi al Tamburello. Avevo 20 kg di zavorra, ne avrò ancora di più a Vallelunga e sarà ancora più dura, come già sapevamo."

Thomas Biagi – BMW M3 E92 – Team BMW Italia:

"Con Pigoli è stata una bella lotta. Ho tentato il sorpasso, provavo a impensierirlo ma non sono riuscito a superarlo. Ringrazio BMW Italia che ha fatto un bellissimo lavoro. Sono a soli 3 punti dal leader ed è fantastico. L'errore di Morbidelli è un qualcosa che può accadere, con queste macchine dobbiamo guidare sempre con il posteriore in derapata e mettiamo il retrotreno sotto stress, lui spingeva per passare Pigoli ed ha sbagliato. Mi spiace per lui."

Alberto Cola – Audi RS4 – Hop Mobile Audi Sport Italia:

"Sono molto, molto contento perchè ho dato una gran soddisfazione al team che ha lavorato tanto, e mi sono anche preso una bella rivincita dopo il weekend di Monza."

Clicca qui per i risultati completi di Gara 2 di Imola

Nella foto, Thomas Biagi

Pietro Casillo


Stop&Go Communcation

La Superstars ha offerto il consueto grande spettacolo anche in Gara 2, con tanti sorpassi e lotte senza esclusione di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/pigimo.jpg Superstars Series – Imola – Gara 2: Pigoli perfetto sul leone Biagi, secondo podio consecutivo per Cola