Johan Kristoffersson impressiona tutti e a Imola coglie una doppia affermazione nel secondo appuntamento della Superstars International Series. Andrea Boffo chiude invece terzo in Gara 2, dopo avere condotto in testa per diversi giri. Cronaca di un weekend che ha puntato i riflettori sui più giovani. 23 anni compiuti a dicembre, lo svedese del team Audi Sport KMS ha portato per la prima volta al successo la nuova RS5 a trazione integrale, lottando con i più forti e presentando così il suo biglietto da visita.

“Questa è senz’altro la soddisfazione più grande che ho avuto nella mia carriera”, sono state le parole dello scandinavo. “Non avevo mai corso prima d’ora a Imola e non avrei mai immaginato di fare risuonare per due volte sul podio l’inno svedese. È stato, per me e per i colori Audi, un weekend davvero incredibile”.

In Gara 1 va ricordato che Kristoffersson ha lottato fino all’ultimo giro con il coltello fra i denti per difendere la propria leadership da un fuoriclasse come Gianni Morbidelli. “La mia vettura aveva un passo in più in alcuni punti del tracciato. In altri era la sua ad andare più forte. Un equilibrio perfetto. Ho cercato di non commettere errori, di resistere ad ogni attacco, fino a quando Morbidelli mi ha tamponato a poche curve dal traguardo. È andata bene, perché sono riuscito a proseguire, mentre sulla sua Audi si è rotto il radiatore e si è dovuto subito fermare”. Poi, in Gara 2, ancora una condotta esemplare per lo svedese, pur quando la sua RS5 ha cominciato a fumare vistosamente nelle ultime tornate. “Non ho neppure avuto il tempo di “assimilare” il successo di Gara 1 che è arrivata anche la seconda vittoria”, ha commentato Kristoffersson, che adesso guida la classifica assoluta con due lunghezze di vantaggio sul campione 2010 Thomas Biagi (BMW).

Un risultato importante, visto che proprio quest’anno la Superstars ha istituito il titolo Rookie of the Year, a cui possono concorrere tutti i piloti under 24 che non abbiano in precedenza preso parte a più di un evento della serie FG Group e che prende in considerazione i 12 migliori risultati. Il leit-motiv è senz’altro rappresentato dall’importante premio finale, che consiste in un contributo di 100 mila euro per la partecipazione alla stagione 2013 della Superstars Series.

Ma per Kristoffersson di sicuro i giochi, da ora in avanti, non saranno facili. In grado di contrastarlo c’è infatti il 17enne Andrea Boffo, che è anche il più giovane ad essere mai salito sul podio della Superstars: a imola il veneto del Roma Racing Team c’è riuscito con la Mercedes, centrando il terzo posto in Gara 2 e promettendo grandi cose anche per il prossimo round di Donington in programma il 19 e 20 maggio, prima delle cinque trasferte all’estero del calendario 2012. E intanto anche il tedesco Thomas Schoffler, classe ’93, anche lui pilota Audi con i colori della MTM Motorsport, si prenota! C’è solo da chiedersi: chi sarà il prossimo?


Stop&Go Communcation

Johan Kristoffersson impressiona tutti e a Imola coglie una doppia affermazione nel secondo appuntamento della Superstars International Series. Andrea Boffo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/superstars-240412-01.jpg Superstars – Debuttanti sugli scudi nell’avvio di stagione