Altissimo rischio di pioggia per Gara 2 sul circuito di Silverstone, con tanto spettacolo e punti pesanti in palio.

In partenza Jackson scatta benissimo, mentre Plato deve difendersi da Turkington e Collard, che hanno sopravanzato Nash. Adam affianca Giovanardi, partito non benissimo: il pilota italiano riesce a difendersi e, grazie anche ad una 'bussatina', supera Nash e si porta in quinta piazza.

Giovanardi attacca da vicinissimo Collard, a sua volta nei tubi di scarico del leader di campionato Colin Turkington. Al terzo giro Giovanardi cerca di sfruttare un errore di Collard, che però chiude nel disperato tentativo di difendersi e si mette di traverso davanti al driver della Vauxhall, costretto ad alzare il piede e superato da Nash, bravo a sfruttare l'occasione. Al quarto giro Neal viene tamponato e mandato in testacoda dallo stesso Collard.

Al settimo giro Giovanardi compie uno straordinario sorpasso, nonostante la maggior velocità di punta della Lacetti. Il pilota di Sassuolo riesce ad uscire dall'ultima curva con una velocità estremamente superiore a quella della concorrenza.

All'ottavo giro Plato supera Jackson con una manovra pulita, sfruttando il minor peso della sua Lacetti. La pioggia inizia a farsi vedere un paio di giri più tardi, con delle sottili gocce che rendono il tracciato solo leggermente scivoloso. In particolare nelle prime due curve le vetture scivolano moltissimo, e diversi piloti escono dalla sede stradale e sfruttano la via di fuga in asfalto.

La pioggia aumenta e Giovanardi si avvicina prepotentemente a Turkington e Jackson. Al 13esimo giro Neal commette un errore alla penultima curva e finisce nella ghiaia. Riesce a ripartire ma è ormai ultimo. Al 14esimo giro Giovanardi supera Turkington, che inizia a soffrire a causa della pioggia, molto più difficile da gestire con la sua BMW 320si.

Al 15esimo giro Neal, già doppiato, va in testacoda. Nel frattempo Jelley ha superato Nash, mentre Herbert è pressato dal compagno di squadra Pinkney.

Con una guida pulitissima ed eccezionale Giovanardi riesce ad avvicinarsi tantissimo a Jackson. Al 17esimo passaggio Jelley si gira ma riesce a ripartire, benchè ormai nelle retrovie. Chilton è in un'ottima ssta posizione, mentre Herbert è nono.

Al 18esimo giro Giovanardi sfrutta una sbavatura di Jackson e passa in seconda posizione, mentre Turkington gestisce bene la sua quarta piazza.

La gara termina con Plato che vince, pressato da vicinissimo da Giovanardi, secondo davanti a Jackson, Turkington e Chilton, passato quinto dopo un errore di Nash. Sesta piazza per Jordan, seguito da Adam, Herbert, Collard e Paul O'Neill. I punti di distacco in campionato tra Turkington e Giovanardi scendono ora a 7, con Plato a 36 lunghezze dal leader e Neal ormai definitivamente fuori dalla lotta per il campionato, a causa dei suoi 69 punti di svantaggio.

In gara 3 sarà Rob Collard a partire in pole, affiancato da Herbert. Turkington partirà in sesta piazza, mentre Giovanardi scatterà ottavo accanto a Mat Jackson e davanti a Jason Plato.

Clicca qui per la classifica completa di Gara 2

Clicca qui per la griglia di partenza di Gara 3

Clicca qui per la classifica di campionato aggiornata a Gara 2 di Silverstone

Nella foto, Jason Plato

Pietro Casillo


Stop&Go Communcation

Altissimo rischio di pioggia per Gara 2 sul circuito di Silverstone, con tanto spettacolo e punti pesanti in palio. In partenza […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/btcc00_plato.jpg Silverstone – Gara 2: Plato su uno strepitoso Piedone, quinto podio consecutivo per Jackson