Sotto un cielo plumbeo che minacciava pioggia si è aperta sul circuito del Mugello la 22^ stagione del Targa Tricolore Porsche. Un appuntamento che ha confermato la formula anticrisi degli organizzatori di Italia Motorsport – Porsche Club Italia registrando ben 65 macchine e 83 piloti in pista, il tutto condito da tanto spettacolo offerto dai tre trofei GT3 Cup, Cayman Cup e GT Open.

Nella GT3 Cup il primo sigillo stagionale va ad Angelo Proietti e alla Antonelli Motorsport che dopo la pole conquistano anche il primo gradino del podio. Un successo tutto di grinta quello del romano, che prima ha lottato con il compagno di squadra Paolo Gaiotto, penalizzato per partenza anticipata, per poi chiudere con oltre 6 secondi di vantaggio sul bravissimo bresciano Ermes Lombardi, autore di una gara magistrale.

Il pilota della Bonaldi Motrosport ha avuto la meglio su Franco Greco e Stefano Bianconi, sfruttando al meglio il calo di ritmo del pilota toscano e la penalizzazione per partenza anticipata inflitta a Bianconi. Terzo gradino del podio per un fantastico Gioga (Bellspead) al debutto nella serie, davanti a Greco e Gaiotto. Sesto posto per Bianconi davanti all’alfiere dell’Autorlando Sergio Negroni che, a sua volta, ha concluso davanti al compagno di scuderia Fabrizio Bignotti. Gara da incorniciare quella di Giorgio Venica (Wheels Racing), che dal ventesimo posto in griglia è riuscito a rimontare fino alla nona posizione assoluta davanti al debuttante Ivan Costacurta (Ebimotors). Quindicesimo assoluto e vincitore della classe GT3 r2 il campione in carica Alessandro Lovato (Bonaldi Motorsport) davanti a Istvan Minach e Claudio Terenzi.

Non poteva iniziare meglio la stagione di Giacomo Scanzi (Ebimotros) che esce dal circuito del Mugello con vittoria, giro veloce e pole position che gli valgono il primo hat trick stagionale del Trofeo Cayman Cup. Un risultato tutt’altro che facile, con il bresciano che rende tutto più difficile al via quando insieme a Marco Macori (Starcars) anticipano la partenza dalla prima fila dello schieramento. La direzione gara infligge così un drive through ad entrambi i piloti, costretti ad un seconda parte di gara tutta in rimonta. Secondo dietro il vincitore della Coppa Mobil 2007, il giovane Marco Masutti (Starcars) che dopo aver esitato al via dalla seconda fila ha rimontato bene a suon di giri veloci conquistando la seconda posizione, difendendola negli ultimi passaggi dal rientrante Macori. Il cesenate dopo lo splendido 3° posto finale nel Trofeo Pirelli 2009 si conferma tra i protagonisti della classifica assoluta con un podio tutto di grinta dopo il drive through dei primi giri.

Tante emozioni alle spalle del podio con un gruppo di ben 6 piloti in bagarre: per la quarta posizione il trevigiano Adriano Zabotti (Ebimotros) e stato bravo a chiudere davanti a Nicola Bravetti (RS Motorsport), partito settimo dalla griglia, Gianluigi Piccioli (Ebimotors), vincitore della Selection Cup, e Massimo Tempestini (Nos Racing). Per quest’ultimo una ottima gara nonostante le non perfette condizioni fisiche. Ottavo il romano Vincenzo Donativi (Starcars), dopo aver lottato per tutta la gara con il parmense Fabrizio Ferrari (GDL Racing), nono al traguardo. Il varesino Raffaele Mosconi (Ebimotors), poteva ambire ad un posto nella top five prima di ritirarsi a tre giri dal termine per un errore alla curva Arrabiata 1.

Sotto una timida pioggia, ed un cielo che minaccia l’acquazzone prende il via la stagione della GT Open Cup con il bresciano Luigi Lucchini (Bms-Scuderia Italia) in pole davanti a Fausto Broggian-Paolo Ruberti (Autorlando) e Antonello Grossi-Francesco Castellacci (Petri Corse). Con la coppia Mastronardi-“Spidey” (GDL Racing), autore della pole position, relegata in ultima fila per irregolarità in verifica post qualifica, per il pilota bresciano diventa tutto semplice, andando a conquistare la prima fantastica vittoria della stagione. Ad animare la gara ci hanno pensato Manuele Mengozzi (Rennsport) e Giovanni Caligaris (Caligaris Racing) autori di un duello serrato per tutti i 48 minuti di gara. Il forlivese ha chiuso in seconda posizione assoluta, primo di classe GT5, davanti al torinese. Appena fuori dal podio dell’assoluta la coppia Stefano Bianconi-Giacomo Scanzi (Ebimotors), vincitori della classe GT3 r1 seguiti da Giorgio Soravito–Giorgio Venica (Wheels Racing) e da Sergio Negroni-Carlo Curnis (Autorlando). Successo nella GT3 r2 per la coppia Giancarlo Tanzi-Alberto Rodio ventesimi assoluti con la loro 996 GT3.


Stop&Go Communcation

Sotto un cielo plumbeo che minacciava pioggia si è aperta sul circuito del Mugello la 22^ stagione del Targa Tricolore […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/GT38_proietti_MU3_2019.jpg Porsche – Targa Tricolore – Mugello report: A Proietti il 1. round della Gt3 Cup. Scanzi e Lucchini al top in Cayman e GT Open