Rangoni in gara 1 (dopo la conquista della pole position) e Bonacini in gara 2 firmano l'eccitante weekend di Spa Francorchamps della Porsche Carrera Cup Italia, col barese Luigi Ferrara che allunga in classifica generale dopo un'ottima piazza d'onore e un buon quarto posto. Questi gli ingredienti principali della torta "belga", raccontata in ogni minimo dettaglio di seguito.

 

Qualifiche – Cinque piloti separati nelle prestazioni da soli tre decimi di secondo, compaiono nella classifica delle qualifiche di round 9 e 10. Come dire che per le gare della Carrera Cup Italia a Spa Francorchamps si prevede grande battaglia. E’ Luca rangoni (Centro Porsche Brescia) a confermare il buon stato di forma, assicurandosi la Pole Position con il tempo di 2’27"373. Si pensava che le famose ed impegnative pieghe della pista nel cuore delle Ardenne facessero selezione netta, ma le 911 Gt3 Cup hanno permesso ai piloti più dotati di emergere e lottare ad armi pari. Il secondo tempo è firmato da Rino Mastronardi (Centro Porsche Torino) che ha fermato i cronometri a meno di tredici centesimi di secondo, andando a formare la prima fila dello schieramento di partenza di Gara 1. La seconda vede invece schierati Luigi Ferrara (Ebimotors Porsche Haus), terzo tempo a due decimi e sette dal poleman bolognese, affiancato dalla rivelazione Daniel Mancinelli (GDL Racing) esordiente nella serie di Porsche Italia. Stupisce la sfortunata prestazione di Boldrini (Centro Porsche Padova), solo ottavo a 0"680, ancor più quella del leader di campionato Massimo Monti (BM Motorsport), tredicesimo tempo con un problema all’idroguida. E’ Christian Passuti (Antonelli Sport) ad aver il miglior rilievo cronometrico nella classe ’07.

Classifica Prove Ufficiali: 1. Rangoni (Centro Porsche Brescia) in 2’27"373; 2. Mastronardi (Erre Esse Centro Porsche Torino) a 0"133; 3. Ferrara (Ebimotors Porsche Haus) a 0"278; 4. Mancinelli (GDL Racing) a 0"307; 5. Montin (Centro Porsche Bergamo) a 0"337; 6. Sonvico (GDL Racing) a 0"416; 7. Monforte (Rangoni Motorsport CPB) a 0"608; 8. Boldrini (Centro Porsche Padova) a 0"680; 9. Bonacini (Rangoni Motorsport CPB) a 0"688; 10. Massironi (Ebimotors Porsche Haus) a 0"846

Classifica Classe ’07: 1. Passuti (Antonelli Sport) in 2’28"901: 2. Giannoni (Centro Porsche Bergamo) a 1"8; 3. Baccani (Rangoni Motorsport by CPB) a 2"8

Gara 1 – Rangoni è deciso a sfruttare la Pole Position nel modo migliore con una partenza da manuale, va al comando della gara e si allontana dal gruppo. Anche Luigi Ferrara parte bene e supera Daniel Mancinelli. Non passa un giro che Rangoni e Ferrara allungano, il primo spinto dagli attacchi del giovane barese che fa da elastico avvicinandosi nella parte veloce perdendo leggermente terreno nella serie di curve allo scollinamento di Les Combes. Scivolato in quinta piazza, Mancinelli si scatena, realizza il record sul giro in 2’28"89, passa Montin e di slancio anche Rino Mastronardi alla esse di Fagnes. Il ventenne fabrianese si attesta sul podio all’esordio nella serie Porsche. La gara è ancora lunga, si consuma solo il secondo giro ma le posizioni sono quasi delineate. Quarto è Montin, che ha appena superato Mastronardi, quinto e pressato da Andrea Boldrini più veloce in alcuni punti del tracciato, ma non sufficientemente per affondare l’attacco. Seguono gli ottimi Alessandro Bonacini e Andrea Sonvico, settimo e ottavo, inseguiti da Fantini e Monti. Al quinto giro entra in scena la Safety Car, per dar modo di recuperare la vettura di Cappella ferma prima dell’Eau Rouge. Due giri al passo e la vettura della Direzione rientra ai box lasciando pista libera per il secondo start, questa volta lanciato. Avviene qualche scaramuccia, ma nulla cambia nella parte alta della classifica. Sonvico passa Bonacini, all’ottava tornata Boldrini arriva lungo su Mastronardi e perde due posizioni a vantaggio di Sonvico e Bonacini. L’ottava piazza, che diventerà la Pole Position di Gara 2, è l’oggetto del desiderio di Monti. L’emiliano supera Fantini e si mette alla caccia di Boldrini. Al nono giro rompe gli indugi e ci prova. Monti, nono, e Boldrini, ottavo, arrivano alla massima velocità prima della staccata de "La Source", Monti si porta all’interno e nell’incrociare la traiettoria di Boldrini lo sfiora nel posteriore ed innesca la carambola. Monti e Boldrini vanno fuori, toccando dietro Sonvico. Villa e Massironi scivolano sull’acqua persa dai radiatori nel contatto precedente. La gara finisce con Rangoni primo e Ferrara , secondo, che si porta al comando della classifica assoluta di campionato. Terzo è il giovanissimo Mancinelli (classe 1988). Passuti guida la classifica della Classe ’07, su Raffaele Giannoni e Alessandro Baccani.

Classifica Gara 1: 1. Rangoni (Centro Porsche Brescia) 12 giri in 32’53"846 alla media 153,20 Km/h; 2. Ferrara (Ebimotors Porsche Haus) a 0"677; 3. Mancinelli (GDL Racing) a 9"373; 4. Montin (Centro Porsche Bergamo) a 9"730; 5. Mastronardi (Erre Esse Centro Porsche Torino) a 10"235; 6. Bonacini (Rangoni Motorsport CPB) a 12"224; 7. Nalio (Antonelli Sport) a 16"727; 8. Comandini (Centro Porsche Roma) a 18"835; 9. Fantini (Ebimotors Porsche Haus) a 18"441; 10. Villa (GDL Racing) a 20"970. Giro più veloce: il 2. 2’28"898

Classe ’07: 1. Passuti (Antonelli Sport) 12 giri in 33’22"975; 2. Giannoni (Centro Porsche Bergamo) a 12"009; 3. Baccani (GDL Racing) a 13"980; 4. Bellini (Centro Porsche Padova) a 23"625; 5. Gallia (Centro Porsche Brescia by RMS) a 33"705

Gara 2 – La gara avvincente e dal finale a sorpresa è attesa ad ogni appuntamento con gara 2 della Carrera Cup Italia e, grazie alla formula della griglia di partenza a posizioni invertite rispetto l’ordine d’arrivo della gara precedente, è puntualmente arrivata anche a Spa Francorchamps assegnando la vittoria a un nome nuovo. Alessandro Bonacini, emiliano della Rangoni Motorsport by CPB, è il sesto pilota differente, dei trentasei iscritti alla serie, ad aggiudicarsi una tappa della serie delle 911 GT3 Cup. Gli è riuscito grazie alla particolare formula di gara 2, ma lo ha fatto al termine di un duello tirato con Stefano Comandini (Centro Porsche Roma). Dopo esser regolarmente partito dalla prima fila, a fianco del poleman romano. Durante i trenta minuti di gara, nel corso dei quali sono dodici i giri compiuti sui sette mila metri dello storico tracciato belga, Bonacini ha avuto il tempo di realizzare il giro più veloce, studiare le mosse dell’avversario scattato in testa al via e, dopo due giri, superarlo alla "Bus Stop" al primo errore commesso da Comandini. Lo ha infilato di misura e con decisione, quindi ha sensibilmente allungato, per poi attuare la miglior difesa in prossimità della bandiera a scacchi, sotto la quale Comandini è transitato secondo con un secondo e mezzo di ritardo. Felice di essere arrivato a podio, dopo averlo sfiorato più volte, è il veneto Paolo Montin (Centro Porsche Bergamo), agguantando un terzo posto che dà fiducia e risolleva ulteriormente il morale anche alla luce della difesa della posizione nel corso della sfida a distanza con Luigi Ferrara (Ebimotors Porsche Haus). Partito dalla settima piazza, aiutato dall’uscita di scena di Mastronardi e Nalio per un contatto tra loro al quinto giro a "La Source", e resosi autore di un sorpasso netto nei confronti del compagno di squadra Massimiliano Fantini (Ebimotors Porsche Haus), Ferrara si è messo alla caccia del terzo posto di Montin, riuscendo quasi ad azzerare il disavanzo di diversi secondi risultando uno dei più veloci in pista in quel momento. Ha puntato al podio il ragazzo barese, piazzandosi però al quarto posto incrementando la leadership in campionato, portando a diciannove le lunghezze di vantaggio su Monti, solo nono al traguardo dopo essere partito nelle ultime file dello schieramento. Quinto è al traguardo un costante Fantini, mentre sesto è un rapace Andrea Boldrini (Centro Porsche Padova), grintoso e finalmente a suo agio sull’impegnativo tracciato nonostante sia partito nelle retrovie. Decisamente sfortunati, ma sempre al centro della cronaca sono Luca Rangoni (Centro Porsche Brescia by RMS) e Daniel Mancinelli (GDL Racing), accomunati in un contatto nel corso del primo giro quando occupavano rispettivamente la settima ed ottava posizione. Si ripete Christian Passuti al vertice della Classe ‘07, centrando la quarta vittoria consecutiva – sesta nella stagione -, con Alessandro Baccani secondo e Raffaele Giannoni terzo.

Classifica Gara 2: 1. Bonacini (Rangoni Motorsport CPB) 12 giri in 30’05"250 alla media 167,60 Km/h; 2. Comandini (Centro Porsche Roma) a 1"5; 3. Montin (Centro Porsche Bergamo) a 1"9; 4. Ferrara (Ebimotors Porsche Haus) a 2"5; 5. Fantini (Ebimotors Porsche Haus) a 10"9; 6. Boldrini (Centro Porsche Padova) a 13"; 7. Villa (GDL Racing) a 15"2; 8. Monforte (Rangoni Motorsport CPB) a 16"; 9. Sonvico (GDL Racing) a 16"5; 10. Monti (BM Autosport) a 18"4. Giro più veloce il 2. di Bonacini in 2’29"208 alla media 168 Km/h

Classifica Classe ’07: 1. Passuti (Antonelli Sport) in 30’44"772: 2. Baccani (Rangoni Motorsport by CPB) a 7"356; 3. Giannoni (Centro Porsche Bergamo) a 29"1; 4. Gallia (Centro Porsche Brescia by RMS) a 32"558; 5. Giondi (BM Autosport) a 54"520; 6. Cappella (Centro Porsche Roma) a 56"099; 7. Orsero (Centro Porsche Torino) a 8 giri

Classifica Carrera Cup Italia: 1. Luigi Ferrara punti 119; 2. Monti 105; 3. Rangoni 101; 4. Boldrini 67; 5. Mastronardi 63; 6. Monforte 55; 7. Montin 53; 8. Comandini 43; 9. Bonacini 41; 10. Villa 38

Classe ’07: 1. Christian Passuti punti 66; 2. Ciato 44; 3. Baccani 41; 4. Giannoni 35; 5. Proietti 21; 6. Paletto 18; 7. Francucci 13; 8. Cappella e Gallia 5; 10. Parato e Bellini 4

Nella foto, Luigi Ferarra (Ebimotors) leader della serie


Stop&Go Communcation

Rangoni in gara 1 (dopo la conquista della pole position) e Bonacini in gara 2 firmano l'eccitante weekend di Spa […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/FERRARA-LEADER.jpg Porsche – Carrera Cup Italia – Spa: Rangoni e Bonacini fanno 1-1, ma Ferrara allunga nell’Assoluta