Ancora molte nuvole sul circuito di Knockhill mentre si avvicina il momento dello start dell'ultima gara di oggi per il British Touring Car Championship. Per il poleman James Thompson si tratta dell'ultima gara nel prestigioso campionato britannico, almeno per questa stagione, e vuole terminare la propria avvenutra 2009 in bellezza vincendo la gara.

Gran partenza di Thompson, che scappa via mentre O'Neill parte male e viene superato da Neal. O'Neill tenta di resistere ma tocca la ghiaia e viene superato anche da Jackson, Adam, Jelley, Giovanardi e Shedden. Thompson ha un vantaggio abissale di 3 secondi alla fine del giro, davanti a Turkington e Neal. Alla prima curva del secondo giro Shedden va a sbattere, toccato da Collard, e finisce in maniera amara il suo weekend di casa. La Safety Car entra in pista e neutralizza il grande primo giro di Thompson, azzerando i distacchi.

Alla ripartenza Adam rientra ai box per la fuoriuscita di un liquido nell'abitacolo della sua 320si. Thompson mantiene la posizione, pressato da Turkington e Neal. Giovanardi supera Jelley, mentre Neal viene attaccato da Jackson e perde il contatto con la BMW di Turkington, ora lanciatissimo all'attacco di Thompson.

Il pilota del Team Dynamics riesce a tenere dietro il driver del Team Rac, mentre Neal recupera il gap a suon di giri veloci. Al decimo giro Neal compie un sorpasso mozzafiato su Turkington e Jackson ne approfitta. Alla prima curva del giro successivo Turkington prova a risuperare il pilota della Racing Silverline, ma senza successo. Giovanardi si avvantaggia dei duelli e chiude il gap, ma a causa dei 45kg di zavorra non sembra in forma come in Gara 2.

Nel frattempo Plato recupera posizioni su posizioni ed è ormai in settima piazza dopo due bei sorpassi su Vaulkhard e Chilton.

Alla prima curva del 17esimo giro Plato supera Jordan, mentre Neal supera Thompson. Il pilota del Team Dynamics tocca molto leggermente Neal e i due perdono tempo, lasciando la leadership della gara ad un intelligentissimo Mat Jackson! Alla prima curva del giro successivo Giovanardi supera Turkington, imitato da Plato all'ultima curva dello stesso lap.

Al 19esimo giro Neal supera Thompson, il quale tocca la ghiaia nel tentativo di resistere e viene superato anche da Giovanardi. Plato riesce a superare il pilota del Team Dynamics proprio sul rettilineo principale grazie al potentissimo motore della Lacetti. Nel giro successivo Plato supera anche Giovanardi che giustamente preferisce non correre rischi e lascia passare il pilota della Racing SIlverline.

Al 22esimo giro Turkington esce meglio dal tornantino finale della pista e supera serenamente Thompson, che non ce l'ha fatta a resistere all'assalto del pilota del Team Rac. Nel frattempo Neal deve vedersela con Plato, velocissimo alle sue spalle, dando vita ad un duello fantastico. Neal lascia clamorosamente la porta aperta a Plato prima del tornantino e il pilota della Racing Silverline passa, nonostante i tentativi di Neal di riprendersi la posizione. Giovanardi si deve invece difendere da Turkington, più veloce in uscita dall'ultima curva grazie alla trazione posteriore della sua BMW. Il pilota di Sassuolo sembra in difficoltà con le gomme anteriori. Giovanardi si difende in maniera splendida, con delle manovre spettacolarissime. All'ultimo giro Neal lascia passare Giovanardi e Turkington finisce quinto. Una gara straordinaria per Mat Jackson, che vince la gara davanti al man of the race Jason Plato e ad un Giovanardi perfetto nel difendersi dagli attacchi di Turkington nonostante avesse una macchina decisamente meno performante. Quarta piazza dunque per Neal, davanti a Turkington, Thompson, Jordan, un eccellente Chilton che regala al Team Aon la miglior prestazione dall'inizio dell'anno con un ottimo ottavo posto, mentre O'Neill e Jelley chiudono la Top Ten.

Il distacco in campionato tra Turkington e Giovanardi è ormai di soli 9 punti, con Plato outsider a 49 punti dalla vetta e Neal a 54 lunghezze.

Mat Jackson (Racing Silverline – RML – Chevrolet Lacetti):

"E' stato fantastico vincere ed avere la chance di cogliere tre podi. Devo ringraziare il Team Racing Silverline."

Jason Plato (Racing Silverline – RML – Chevrolet Lacetti):

"Avevamo una macchina fantastica, è stato frustrante fermarmi in Gara 2 ma fa parte del gioco. Mi sono consolato con questo secondo posto, Fabrizio è stato intelligente a non difendere a tutti i costi e capire che era inutile rischiare per cercare di tenermi dietro."

Fabrizio Giovanardi (VX Racing – Triple Eight – Vauxhall Vectra):

"Mi sono difeso bene da Turkington, è stata dura ma il team è stato grande e ringrazio Neal per aver lavorato così bene."

Colin Turkington (Team RAC – BMW 320si E90): 

"Stavo andando forte all'inizio ma poi ho perso posizioni. Non è stato un disastro ma Fabrizio ha recuperato punti su di me. Sono ancora in vantaggio su di lui e per ora va bene così. Non era la nostra pista, credo che a Silverstone saremo ancora molto competitivi."

Clicca qui per la classifica completa di Gara 3 di Knockhill

Clicca qui per la classifica di campionato aggiornata a Gara 3 di Knockhill

Nella foto, Mat Jackson

Pietro Casillo


Stop&Go Communcation

Ancora molte nuvole sul circuito di Knockhill mentre si avvicina il momento dello start dell'ultima gara di oggi per il […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/btccckson2.jpg Knockhill – Gara 3: Jackson trionfa, Plato (2°) e Giovanardi (3°) danno spettacolo