Smith e Ricciarini si sono divisi la posta nel primo round della Clio Cup Italia. Vediamo come è andata passo passo nel weekend brianzolo.

Qualifica – Due Smith nelle prime due file: Aron, irlandese classe 1989, a Monza autore della pole, ed il più anziano Jeff (tra i due nessuna parentela, sebbene siano compagni di squadra nel Team Pyro), che ha stabilito il terzo miglior tempo. Fra loro il campione in carica Cristian Ricciarini, con una delle vetture della Composit Motorsport. Si apre così la stagione 2010 della Clio Cup Italia, che vede in pista questo fine settimana ben 33 vetture.

Per il monomarca della Fast Lane Promotion un inizio “frizzante”, caratterizzato immediatamente da un’accesa lotta in pista già nella sessione odierna di qualifica che ha visto i primi quattro piloti raccolti nello spazio di appena sei decimi. A chiudere questo gruppetto di testa Nicola Rinaldi (Go Race), subito in evidenza. A seguire un agguerrito plotone di protagonisti annunciati: nell’ordine Ronnie Marchetti, Matteo Bergonzini, Quentin Smith (fratello di Aron), il rientrante Guglielmo Pipolo, il vincitore del titolo Gentleman 2009 Giancarlo Lenzotti, Marco Lertora e così via dicendo.

Una sessione cronometrata “tiratissima” quella che ha dato ufficialmente inizio al nuovo campionato e che alla fine ha pertanto messo davanti a tutti per la prima volta il giovane dublinese. «È la seconda pole della mia carriera. Sono particolarmente soddisfatto. Sapevo di avere buone possibilità perché anche ieri nelle “libere” avevo ottenuto il miglior tempo» – ha commentato Aron Smith.

Alle sue parole hanno fatto eco quelle di Ricciarini: «Non ho sfruttato la scia degli altri. Guardando i tempi, credo di avere il migliore passo in ottica di gara. Sono abbastanza fiducioso e non nascondo che più che al podio punterò alla vittoria».

La prima gara del weekend prenderà il via questo pomeriggio alle 18.30 e si svolgerà sulla durata di 30 minuti. Domani lo start di gara 2 alle 12.15.

Classifica Qualifica (primi dieci): 1. Aron Smith (Team Pyro) 2’13”124; 2. Cristian Ricciarini (Composit Motorsport) a 0”142; 3. Jeff Smith (Team Pyro) a 0”671; 4. Nicola Rinaldi (Go Race) a 0”686; 5. Ronnie Marchetti (Composit Motorsport) a 1”017; 6. Matteo Bergonzini (Monolite Racing) a 1”116; 7. Quentin Smith (Team Pyro) a 1”224; 8. Guglielmo Pipolo (Gretaracing) a 1”376; 9. Giancarlo Lenzotti (Composit Motorsport) a 1”381; 10. Marco Lertora (Giada Auto/AB Motorsport) a 1”424.

Pole e vittoria per il giovane Aron Smith (20 anni), che inaugura nel miglior modo la stagione 2010 della Clio Cup Italia. Sulla pista di Monza, l’irlandese del Team Pyro è stato grande protagonista di questa prima parte del weekend, mettendo a segno in gara 1 il suo primo successo nel monomarca tricolore. Un vero trionfo per la squadra “made in UK”, grazie al terzo posto conquistato dall’inglese Jeff Smith, primo tra i Gentleman e al traguardo subito dietro a Ronnie Marchetti (Composit Motorsport), autore di una condotta perfetta fin dal semaforo verde. Poca fortuna invece per Cristian Ricciarini, che aveva condotto in testa per diversi giri.

La cronaca – Lo schieramento della prima gara della Clio Cup Italia 2010, con 33 vetture in griglia, offre un bel colpo d’occhio. Ma è la bagarre che si sviluppa già dalla prima variante ad accendere gli entusiasmi. Ed è subito spettacolo, con il poleman Aron Smith costretto ad accodarsi dietro a Ricciarini, seguito a sua volta dal suo compagno di squadra Jeff Smith. L’inglese deve però guardarsi le spalle da Ronnie Marchetti, che nel frattempo era stato bravo a guadagnare una posizione scavalcando Nicola Rinaldi. L’esperto marchigiano della Composit Motorsport riesce anche a risalire terzo. Una grande rimonta quella di Daniele Perfetti, che al quarto giro transita sesto dopo essere partito undicesimo. Nella tornata successiva, alla staccata della Roggia, lo svizzero viene tuttavia coinvolto in un contatto insieme a Giancarlo Lenzotti ed è costretto a rientrare ai box, mentre il modenese si ferma ancora prima lungo la pista. A trarne vantaggio è invece Guglielmo Pipolo. Ma l’attenzione ritorna sui primi cinque ed in particolare sugli attacchi che Aron Smith continua a sferrare al battistrada. L’irlandese passa al comando all’inizio del nono giro. Ai box, nel frattempo, rientra anche Quentin Smith, che fino a quel momento era sempre rimasto a ridosso dei primi. Nelle fasi conclusive Ricciarini accusa però un problema alla pompa della benzina e deve soccombere anche a Marchetti, Jeff Smith e Rinaldi, scivolando quinto. Tutte le posizioni vengono confermate alla bandiera a scacchi.

Domani gara 2 prenderà partirà alle ore 12.15 e si articolerà sempre sulla durata di 30 minuti.

Classifica Gara 1 (primi dieci): 1. Aron Smith (Team Pyro) 14 giri in 31’23”659, media 155,000 km/h (1. Junior); 2. Ronnie Marchetti (Composit Motorsport) a 0”684; 3. Jeff Smith (Team Pyro) a 0”949 (1. Gentleman); 4. Nicola Rinaldi (Go Race) a 1”419; 5. Cristian Ricciarini (Composit Motorsport) a 6”253; 6. Emanuele Balestrero (Giada Auto/AB Motorsport) a 24”100; 7. Marco Lertora (Giada Auto/AB Motorsport) a 24”752; 8. Liam Denning (Team Pyro) a 38”892 (1. Esordienti); 9. Michele Puccetti (Autostar Motorsport) a 40”327; 10. Luca Ligato (Go Race) a 45”828.

Gara 2 – È stato Cristian Ricciarini a salire sul gradino più alto del podio della seconda gara del weekend di Monza della Clio Cup Italia. Il pilota aretino della Composit Motorsport ha pareggiato così i conti con la sfortuna, che sabato lo aveva rallentato quando sembrava ormai avviato verso il successo. Come era già accaduto lo scorso anno, il fine settimana brianzolo gli ha regalato grandi soddisfazioni, ma è stato anche il giovane irlandese Aron Smith a mettersi ancora una volta in luce, dopo avere centrato ieri la sua prima affermazione nel monomarca tricolore, chiudendo questo primo dei sei doppi round del campionato in testa alla classifica generale. Da segnalare anche il terzo posto di Ronnie Marchetti, secondo già al traguardo di gara 1. Tra i Gentleman si è invece imposto Giancarlo Lenzotti, protagonista di un’eccellente rimonta, mentre tra gli Esordienti è stato l’altro irlandese Liam Denning a brindare.

La cronaca – Un esordiente in pole al via di gara 2. Per effetto dell’inversione delle prime otto posizioni di gara 1, è infatti Liam Denning ad occupare la prima posizione di partenza, affiancato dalla vettura della Giada Auto/AB Motorsport su cui Ezio Muccio ha rilevato il suo compagno di squadra Marco Lertora. Al semaforo verde l’irlandese mantiene il comando, mentre è Cristian Ricciarini a guadagnare subito diverse posizioni risalendo secondo, seguito da Aron Smith, anche lui protagonista di un inizio esaltante. A portarsi quarto già nel corso del primo giro è quindi Marchetti. Nella tornata successiva il sorpasso di Ricciarini e di Aron Smith ai danni di Denning che sul rettilineo transita pertanto terzo. Il toscano cerca di allungare il passo, ma il suo giovane avversario del Team Pyro non gli dà respiro. Dietro di loro è lotta serrata anche tra il terzetto Denning-Marchetti-Muccio. Tra questi si inserisce con successo Nicola Rinaldi. Il pilota della Go Race riesce ad avanzare battagliando con Marchetti. Ma l’attenzione si sposta nuovamente sui due battistrada, perché Aron Smith prova in tutti i modi ad agguantare la prima posizione. Ricciarini tuttavia non si fa intimorire e chiude tutte le porte. Nel frattempo Lenzotti passa Muccio nel corso dell’ottava tornata e si porta quinto. Pochi instanti dopo, all’ingresso della Parabolica, Aron Smith prende la traiettoria interna ed ha la meglio su Ricciarini diventando il nuovo leader. Il toscano della Composit Motorsport risponde alla prima variante e torna davanti. L’arrivo è in “volata” e consegna il successo a Ricciarini, mentre Marchetti tiene duro fino alla bandiera a scacchi e guadagna il gradino più basso del podio.

Il prossimo appuntamento è fissato per il 15 e 16 maggio sulla pista di Imola.

Classifica Gara 2 (primi dieci): 1. Cristian Ricciarini (Composit Motorsport) 14 giri in 31’21”227, media 155,200 km/h; 2. Aron Smith (Team Pyro) a 0”173 (1. Junior); 3. Ronnie Marchetti (Composit Motorsport) a 14”892; 4. Nicola Rinaldi (Go Race) a 15”130; 5. Giancarlo Lenzotti (Composit Motorsport) a 17”758 (1. Gentleman); 6. Ezio Muccio (Giada Auto/AB Motorsport) a 25”767; 7. Daniele Perfetti (Composit Motorsport) a 33”146; 8. Liam Denning (Team Pyro) a 37”776 (1. Esordienti); 9. Gian Piero Cristoni (Giada Auto/AB Motorsport) a 38”048; 10. Guglielmo Pipolo (Gretaracing) a 38”206.

Il campionato dopo due gare: 1. Aron Smith (Team Pyro) 58 punti; 2. Marchetti (Composit Motorsport) 44; 3. Cristian Ricciarini (Composit Motorsport) 42; 4. Nicola Rinaldi (Go Race) 32; 5. Jeff Smith (Team Pyro) 22; 6. Liam Denning (Team Pyro) e Giancarlo Lenzotti (Team Pyro) 12; 8. Emanuele Balestrero e Ezio Muccio (Giada Auto/AB Motorsport) 10; 10. Marco Lertora (Giada Auto/AB Motorsport) e Daniele Perfetti (Composit Motorsport) 8; 12. Gian Piero Cristoni (Giada Auto/AB Motorsport) e Michele Puccetti (Autostar Motorsport) 4; 14. Luca Ligato (Go Race) e Guglielmo Pipolo (Gretaracing) 2.

Nella foto, Aron Smith (Team Pyro)


Stop&Go Communcation

Smith e Ricciarini si sono divisi la posta nel primo round della Clio Cup Italia. Vediamo come è andata passo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/20100410-Clio-Cup-Italia-11.jpg Clio Cup Italia – Monza report: Smith e Ricciarini si dividono la posta