Il Campionato Italiano Turismo Endurance arriva in Veneto per la sua settima prova su gara doppia. Il fine settimana rodigino è ben sintetizzato sui giorni di sabato, quando sono previsti due turni di prove libere nella mattinata da 30 minuti ciascuno, alle 9.35 ed alle 12.30. Nel pomeriggio le due sessioni di qualifica da 20 minuti, alle 16.25 ed alle 18.00. Domenica 4 settembre semaforo verde della prima gara alle 8.50 e secondo start alle 13.50.

Novità assoluta l’arrivo della giovane driver milanese Michela Cerruti con la performante Mercedes E Coupè curata da Romeo Ferraris di categoria 24H Special, dopo l’assaggio che la pilota ha avuto del CITE nel week end di Imola. Il leader alessandrino della 24H Special Piero Necchi dovrà iniziare una nuova strategia d’attacco con la sua BMW M3 NRacing, per difendersi dalle continue incursioni delle gemella del sempre più vicino equipaggio milano/bolognese della Pro Motor Sport formato da Daniele Mulacchiè e Luca Rangoni, reduci dal doppio successo di fine luglio al Mugello. Il sammarinese Paolo Meloni con la BMW M3 W&D vorrà invece scacciare la cattiva sorte che ha segnato profondamente la sua stagione in corso, forte anche del sicuro gioco di squadra garantito da papà Walter, sempre protagonista di vertice al volante della versione E46 della M3 bavarese. In continua ascesa nel lotto delle BMW M3 anche il veneto Nicola Ferrato, che affronterà in solitaria il week end di Adria.

A tutta rimonta sarà la strategia del toscano Andrea Bacci dopo la sfortuna di cui è stato vittima per le noie meccaniche sulla sua BMW M3 in casa al Mugello. Vittorio Bagnasco anche se con la coppa di classe 3.2 in mano, cerca sempre la miglior prestazione con la sua BMW e spesso si ritrova importante presenza nella top five della classifica assoluta.

In classe Super Production per Luigi Moccia e Giancarlo Busnelli potrebbe essere un fatto formale conquistare il titolo con la Seat Leon Long Run, con la quale mirano sempre più ad allargare il termine di paragone con la concorrenza più potente. Nella Super 2000 continua l’inseguimento tra le BMW 320i del veneto leader Mariano Bellin che riesce a difendersi dallo scatenato romano Fabrizio Montali, che a sua volta riesce a scegliere le sue vetture in base ai tracciati. Sul fronte BMW c’è anche la 320i di Massimo e Filippo Zanin nella loro gara di casa. Obiettivo terzo posto nel tricolore per il convincente equipaggio Spider Racing Team formato dal mantovano Paolo Debè e dal pisano Roberto Lacorte, molto insidiosi sull’Alfa GT. Altra new entry sarà quella del veneziano Massimo Billo su Renault New Clio, uguale a quella del costante romano portacolori del Team Sesa Riccardo Tarabelli.

Il capitolino Giorgio Fantilli ha preso il largo nella classe riservata alle Cup con l’Alfa 147 che cura in proprio, ma dovrà misurarsi ad Adria con la gemella dell’abile concittadino Arturo Pucciarelli. Mentre prosegue con profitto l’apprendistato dell’aretino Andrea Tiossi sull’Alfa 156 con cambio automatico, anche se al Mugello il pilota è stato limitato da problemi proprio alla trasmissione.


Stop&Go Communcation

Il Campionato Italiano Turismo Endurance arriva in Veneto per la sua settima prova su gara doppia. Il fine settimana rodigino […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/touring-310811-01.jpg CITE – Adria per il settimo round del Campionato Italiano Turismo Endurance